cerca

Parigi spinge su Roma per la Tav

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di New York Times, Times, La Vanguardia, Figaro e Les Echos

12 Novembre 2018 alle 10:05

Parigi spinge su Roma per la Tav

La manifestazione Si Tav di Torino. Foto LaPresse

La possibile assenza del generale Haftar pesa sulla conferenza di Palermo sulla Libia

New York, 12 nov 08:39 - (Agenzia Nova) - L'Italia ospita da oggi una conferenza di due giorni sulla Libia, con l'obiettivo di promuovere l'attuazione di un nuovo piano delle Nazioni Unite per la stabilizzazione di quel Paese nordafricano. La conferenza segue la bocciatura di un piano promosso dalla Francia per l'organizzazione di elezioni il mese prossimo. La scorsa settimana l'inviato Onu in Libia, Ghassan Salame, ha abbandonato ufficialmente il piano, che prevedeva l'organizzazione di elezioni il 10 dicembre; l'Onu e l'Italia puntano invece a organizzare una conferenza nazionale per la riconciliazione tra le centinaia di gruppi armati, tribù, municipalità e regioni libiche in lotta tra loro. La conferenza di Palermo sconta però la possibile assenza del generale Khalifa Haftar, che controlla gran parte della Libia Orientale e che è sostenuto dalla Francia. Prima dell'evento, 98 della Camera dei rappresentanti di Tobruk, allineata al generale, ha denunciato i "gravi danni agli sforzi di riconciliazione" causati dalle "ingerenze straniere". Secondo Claudia Gazzini, analista della Libia presso International Crisis Group citata da "Bloomberg", "Roma non ha davvero fornito un'idea chiara di cosa intenda proporre per la pace in Libia".

Continua a leggere su New York Times 


  

Roma respingerà l'ultimatum di Bruxelles sul bilancio

Londra, 12 nov 08:39 - (Agenzia Nova) - L'Italia ignorerà l'ultimatum di Bruxelles che scadrà domani 13 novembre e non riscriverà la sua legge di bilancio. Tuttavia, il governo italiano italiano ora offre una soluzione di compromesso, dicendosi disposto a riconsiderare nell'autunno 2019 le sue politiche di spesa se esse non avranno ottenuto lo sperato effetto di rilanciare il Pil del paese. E' quanto afferma in un'intervista al quotidiano britannico "The Times" il viceministro degli Esteri italiano, Guglielmo Picchi. Intanto però, annota il "Times", Bruxelles sembra determinata ad affrettare i tempi dell'avvio di una procedura di infrazione, che potrebbe arrivare a costare all'Italia una multa di 3,4 miliardi di euro: lo ha ribadito il vice presidente della Commissione europea, il lettone Valdis Dombrovskis.
 
Continua a leggere su The Times


  

Giornalisti contro il Movimento 5 stelle per un nuovo duro attacco alla stampa

Madrid, 12 nov 08:39 - (Agenzia Nova) - Diverse organizzazioni di giornalisti italiani hanno denunciato le critiche mosse contro i mezzi di informazione da parte del Movimento 5 Stelle (M5s) e in particolare del leader nonché vice presidente del Consiglio, Luigi Di Maio. A suscitare le ire delle penne italiane è stato il commento di Di Maio alla notizia dell’assoluzione del sindaco di Roma, Virginia Raggi, dopo un lungo processo giudiziario e mediatico che l’ha vista sotto accusa per aver fornito false testimonianze sulla nomina di un collaboratore: “La vera piaga di questo paese è la stragrande maggioranza dei media moralmente e intellettualmente corrotta", ha affermato il leader della formazione che governa il paese in coalizione con la Lega. “Il peggio in questa vicenda lo ha dato la stragrande maggioranza di quelli che si autodefiniscono ancora giornalisti, ma che sono solo degli infimi sciacalli, che ogni giorno, da due anni, con le loro ridicole insinuazioni, hanno provato a convincere il Movimento a scaricare la Raggi”, ha incalzato in un post su Facebook. Il segretario generale della Federazione nazionale della stampa italiana, Raffaele Lorusso, ha convocato una manifestazione per "respingere insieme attacchi volgari e inaccettabili contro i giornalisti e l'articolo 21 della Costituzione". La Federazione ha denunciato in un comunicato i messaggi di Di Maio e del M5S e ha dichiarato che "con le loro minacce e insulti non riusciranno a impedire ai giornalisti di fare il loro lavoro".

Continua a leggere su La Vanguardia


   

Parigi spinge su Roma per la realizzazione della Tav

Parigi, 12 nov 08:39 - (Agenzia Nova) - Oggi il ministro francese dei Trasporti, Elisabeth Borne, incontrerà il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli. Borne vorrà assicurarsi del fatto che l’Italia continuerà i lavori per la realizzazione della TavTorino-Lione. Gli scavi per il tunnel da 57,5 Km che sarebbero dovuti iniziare a fine luglio sono stati sospesi. Il Movimento 5 Stelle è da sempre contrario al progetto. Sabato mattina a Torino, città amministrata dal sindaco pentastellato, Chiara Appendino, si è tenuta una manifestazione a favore della ripresa dei lavori, alla quale hanno partecipato 30mila persone. Il ministro Borne potrebbe trovare in questo movimento un importante alleato su cui contare. All’iniziativa hanno preso parte imprenditori di diversi settori, impiegati e cittadini, che si sono riuniti sotto lo slogan “Si TAV”.

Continua a leggere su Figaro


  

Gli insegnati sempre meno rispettati nelle scuole italiane

Parigi, 12 nov 08:39 - (Agenzia Nova) - Gli insegnati italiani sono tra i più maltrattati al mondo dai propri studenti. Lo riferisce “Les Echos”, riportando il risultato dell’ultima edizione del Global Teacher Status Index, che in un classifica fatta su 35 paesi l’Italia risulta essere al 33imo posto. I primi a denunciare questa situazione sono gli insegnanti stessi: solamente il 16 per cento di loro afferma che gli allievi rispettano i propri docenti. Secondo un recente studio della rivista Tuttoscuola, nel corso del precedente anno scolastico sono stati registrati 33 casi di violenza verso i professori.

Continua a leggere su Les Echos

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi