Asparagi, salute e suoceri

Bruttino e poco affascinante, raffinato e gustoso! Ecco cosa c'è da sapere sull'asparago

21 Maggio 2018 alle 14:31

Asparagi, salute e suoceri

Asparagi in catene di mkimberlinphoto by flickr

Buono il turione!!! No, non ho detto TORRONE, ma turione! E’ il nome di quello che noi solitamente definiamo asparago. L’asparago in verità è la pianta che dà origine ai germogli squamosi, ciò che mangiamo, chiamati scientificamente turioni.

 

Cosa c’è da sapere sugli asparagi? 

Ce ne sono tantissimi tipi, suddivisi principalmente in base al colore. Abbiamo quelli bianchi, come il Bianco D’Olanda o il Bianco di Bassano (DOP); abbiamo quelli verdi californiani come il Mary Washington e l’asparago verde di Altedo (IGP) e ce ne sono alcuni più violacei, ad esempio il Napoletano e il Argenteuil. E poi abbiamo le specie spontanee, l’asparago di campo, quello selvatico e anche quello di bosco, sottili sottili e di colore verde scuro. Questi ultimi oltre ad essere fenomenali sottolio (come li fa mia suocera) sono un ottimo passatempo, infatti col pretesto di andare a cercarli si può fare una bella scampagnata all’aria aperta (come fa mio suocero).

 

E’ originario del Mediterraneo (non mio suocero, l’asparago! In verità lo è anche mio suocero ma non mi riferivo a lui!), conosciuto fin dall’antichità veniva impiegato esclusivamente come pianta medicinale. In campo gastronomico è considerato un ortaggio raffinato, dato il suo sapore delicato e la sua breve stagionalità. Le ricette che lo vedono protagonista sono molteplici e tutte da leccarsi i baffi, ne cito qualcuna giusto per generare un po’ di fame collettiva: risotto agli asparagi, asparagi gratinati, asparagi alla Bismarck, crema di asparagi, punte di asparagi, omelette di asparagi.

 


Mio suocero (la mano, non il cane!) e gli asparagi.


 

Nutrizionalmente parlando?

Contengono concentrazioni moderate di sali minerali quali potassio, calcio, fosforo e ferro. Troviamo un buon contenuto di vitamina A e C e ovviamente contengono asparagina, un amminoacido con effetto diuretico che bene conosciamo (e responsabile del caratteristico odore). Sono quindi una buona fonte di sali minerali e vitamine, con azione antiossidante, e sono ovviamente ricchi di fibra (puntualmente incastrata tra un incisivo e l’altro). Ciò li rende un ottimo contorno da consumare in questa stagione ed un'ottima alternativa per spezzare la monotonia vegetale dell'insalata verde e i pomodori.

 

Per carità, magari non ve ne fregava niente di conoscere le proprietà degli asparagi e tutto ciò che vi interessa è bagnarli nel tuorlo d’uovo con una grattata di parmigiano…però c’è da dire che…c’è da dire che…mmm… che non me ne fregava nulla neppure a me ora che ci penso! Ma che una cosa buona faccia anche bene non mi dà certo fastidio!

 

Abbiamo ancora un mesetto per gustarci gli asparagi, quindi…

Buona mangiata a tutti.

Giacomo Astrua

Agonista di professione. Ho vissuto e vivo lo studio, lo sport e il lavoro come un agonista. Nato a Torino. Quarto di cinque figli. Sposato da un anno. Padre. Mi sono dedicato per tre anni alle malattie metaboliche per poi abbracciare del tutto la mia passione per lo sport lavorando come dietista sportivo per atleti olimpici, calciatori di massimo livello e per la FIAT Torino Auxilium.
In Cibo Veritas nasce per questa passione, questo agonismo per il mondo della nutrizione e per il cibo!
Buona mangiata a tutti.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi