La Questione Gerusalemme, processo a Silicon Valley e la fine di Maradona. Di cosa parlare nel weekend

Un grande tema di dibattito spiegato bene, qualche lettura da non perdere, un video e vecchie storie che riaffiorano dal passato. Bastano pochi link per rendere speciale il fine settimana…

9 Dicembre 2017 alle 06:17

La Questione Gerusalemme, processo a Silicon Valley e la fine di Maradona. Di cosa parlare nel weekend

Il murales di Maradona a Napoli (foto LaPresse)

“Aperta a Roma l’assemblea della Sinistra Unitaria. Si tiene in Piazza del Popolo, via Cavour, Circo Massimo, Piazza Mazzini e all’Eur…”

@purtroppo


 

Terra promessa

 

Benvenuta Gerusalemme. Il trasferimento dell’ambasciata americana nella capitale di Israele, decisione del Congresso, è una risposta alla storia e a molti nemici. Processo difficile e da accompagnare.

 

In ogni caso la decisione di Trump su Gerusalemme rischia di scatenare una crisi in tutto il Medio Oriente oltre che esacerbare lo scontro tra Washington e il Vaticano di Papa Francesco.

 

Secondo l’Atlantic si tratta di una provocazione mortale che finirà per incendiare i territori occupati. Per il Washington Post, invece, la mossa di Trump è sì una scommessa azzardata ma potrebbe non rivelarsi sbagliata.

 

Quale futuro per il processo di pace in Medio Oriente, secondo Foreign Policy.

 

Perché proprio adesso? Sono stati i grandi finanziatori e le dinamiche di politica interna a muovere l'azione del presidente Usa. Con la decisione su Gerusalemme, infatti, The Donald accontenta Adelson e gli evangelici che lo hanno portato alla Casa Bianca.

 

Storia breve dei conflitti che hanno attraversato, e attraversano, Gerusalemme. La città di Dio.

 

Da non perdere

 

Le 28 personalità che stanno plasmando, agitando e mescolando l’Europa, secondo Politico (c’è anche un generale libico).

 

Le sanguinose divisioni dentro il fronte dell’Isis e le conseguenze sulla vasta galassia dell’estremismo jihadista, nel racconto di Foreign Affairs.

 

BlackRock e Vanguard, le due “torri” di potere che dominano il futuro degli investimenti globali.

 

Il processo culturale contro la Silicon Valley. L’algoritmo non è più il simbolo di una formidabile emancipazione ma è una schiavitù che distrugge la libertà dell’individuo. Social network e non solo. L’apocalisse tecnologica spiegata con Orwell e lo sciame digitale. Un’inchiesta.

 

In che modo la Corea del Sud è diventato un hub per il trading di valute virtuali, nonostante il blocco governativo e i ciberattacchi nordcoreani.

 

A casa di Bret Easton Ellis L’America di Trump, il rapporto con Hollywood, l’idea (forse) di un nuovo libro: un incontro a Los Angeles con lo scrittore icona.

 

Vecchie storie

 

La lezione di Alberto Manzi. Un ricordo del maestro che ha allontanato dall’analfabetismo milioni di italiani.

 

La fine di Diego. Il racconto della giornata in cui Maradona fu trovato positivo all’efedrina, in un caldissimo pomeriggio americano, ai Mondiali del 1994.

 

Il produttore televisivo Ho Dang Hoa e il lavoro di revisionismo su un tema a lungo tabù come la guerra del Vietnam.

 

Guarda questo

 

L’arte così italiana e così globale di fare la pizza, da qualche giorno patrimonio Unesco, spiegato facile in questo video di Al Jazeera…

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi