cerca

"Perché siamo orgogliosi della nostra Giornata dell'Ottimismo"

"Avere fiducia nel futuro è l'unico modo per guardare in faccia alla realtà. Il rancore ci spinge verso il populismo", spiega Claudio Cerasa

23 Ottobre 2018 alle 16:26

Ospite della trasmissione radiofonica "A tutto campo" su Rtl102.5, il direttore del Foglio Claudio Cerasa ha parlato "della fuga dalla realtà" del governo gialloverde. “Il problema non è l'incompatibilità tra Salvini e Di Maio – ha detto il direttore – I due azionisti di governo litigano sui dettagli, sulle piccole cose. Ma sui grandi temi la pensano allo stesso modo. La loro vera incompatibilità è con la realtà, la realtà dei fatti che ogni giorno ci punisce e che ogni ora ci fa perdere credibilità”.

 

Sabato 27 ottobre ci sarà la Festa del Foglio a Firenze con vari ospiti tra cui il ministro dell'Economia Giovanni Tria, l'ex premier Paolo Gentiloni, il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia e il ministro degli Esteri Enzo Moavero. Gli incontri fanno parte della Giornata dell'Ottimismo, un nome che ha una ragione ben precisa. "Come si fa a essere ottimisti – si chiede Cerasa – in un momento in cui c'è un pessimismo che ci assale, e in cui siamo dominati dal rancore? Oggi l'ottimismo è l'unico modo per guardare in faccia alla realtà, il rancore ci porta ad inseguire delle politiche irreali".

 

L'ingresso alla Festa del Foglio è libero fino ad esaurimento posti e per prenotare bisogna inviare una mail all'indirizzo firenze2018@ilfoglio.it. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi