cerca

No, la corruzione non si combatte così

Le misure proposte dal M5s sono illiberali e inefficaci, e pure pericolose

3 Settembre 2018 alle 20:26

Giustizia

(foto LaPresse)

La campagna contro la politica corrotta quasi per definizione è stato uno dei più fortunati cavalli di battaglia del Movimento 5 stelle, anche per il clima giustizialista che si era già largamente diffuso ben prima dell’irruzione di Beppe Grillo. E’ quindi comprensibile che una delle prime proposte legislative del nuovo governo riguardi la repressione della corruzione, obiettivo naturalmente di per sé condivisibile. Le misure proposte, però, hanno due difetti non certo secondari: sono illiberali e probabilmente inefficaci. E’ illiberale l’estensione...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lorenzo tocco

    lorenzo tocco

    04 Settembre 2018 - 10:10

    "E’ illiberale l’estensione retroattiva delle pene accessorie". Forse dovreste dirlo al PD. Ricorda niente la defenestrazione di Berlusconi da Senato applicando retroattivamente la legge Severino? I 5S vogliono solo emularlo

    Report

    Rispondi

Servizi