cerca

Establishment molesto

La caduta di Jeffrey Epstein è un dramma collettivo (e bipartisan) dell’alta società. Chi si salverà?

Mattia Ferraresi

Email:

ferraresi@ilfoglio.it

10 Luglio 2019 alle 06:00

Establishment molesto

Jeffrey Epstein (foto LaPresse)

Roma. Jeffrey Epstein “è il tipo di persona che raccoglie informazioni sulla gente, e poi le usa” ha detto Vicky Ward, la giornalista che nel 2011 ha scritto per Vanity Fair un ritratto del finanziere arrestato che sarebbe stato definitivo se soltanto avesse potuto includere le testimonianze di ragazze che Epstein ha circuito e costretto ad avere rapporti sessuali quando erano minorenni. Graydon Carter, storico direttore della rivista, ha tagliato le parti incriminate dell’articolo dicendo che Epstein “è molto sensibile...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Mattia Ferraresi

Mattia Ferraresi

Nato nella terra di Virgilio e cresciuto in quella di Tassoni, ora vive nel quartiere di Tony Manero. E’ il corrispondente dagli Stati Uniti. Ama, con il necessario distacco penitenziale, il Lambrusco e l’Inter. Ha scritto alcuni libri su cose americane e non, l’ultimo è “La Febbre di Trump” (Marsilio). Sposato con Monica, ha due figli, Giacomo e Agostino.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • branzanti

    10 Luglio 2019 - 13:01

    L'impunità garantita in passato ad Epstein (ed ho pochi dubbi che sarà ancora così) mostra inequivocabilmente il carattere plutocratico degli Usa e di come vi viene amministrata la giustizia, con verdetti basati sul censo degli imputati - oltre ovviamente all'etnia. Una giustizia che rende paradossale il ricordo che qualche giorno fa è stato fatto della dichiarazione d'indipendenza e del passo che dice che tutti gli uomini (bianchi ricchi?) sono stati creati uguali. Ed anche il primo dei motivi che assimilano perfettamente gli Usa alla Russia zarista; l'altro è rappresentato dalla presenza di una esigua, ma straordinaria, classe intellettuale che opera nel deserto di una popolazione ignorante ed arretrata.

    Report

    Rispondi

  • Ferny55

    10 Luglio 2019 - 13:01

    Difficile che si salvi qualcuno, sia a destra che a sinistra. Passerà il resto degli anni della sua vita in carcere. E stavolta non ci sarà nessun accordo.

    Report

    Rispondi

Servizi