cerca

Lo choc canadese di Bin Salman

La disputa surreale tra Riad e Ottawa mostra che le riforme saudite sono limitate

9 Agosto 2018 alle 06:00

Lo choc canadese di Bin Salman

Mohammed Bin Salman (foto LaPresse)

La storia della gran disputa diplomatica consumatasi in questi giorni tra Arabia Saudita e Canada è sorprendente e surreale. La settimana scorsa Chrystia Freeland, ministro degli Esteri canadese, ha condannato l’imprigionamento di Samar Badawi, un’attivista saudita per i diritti umani che ha alcuni parenti in Canada, e chiesto la sua liberazione. Mossa non gradita a Riad, ma tutto sommato usuale: l’Arabia Saudita è un violatore seriale dei diritti umani, e i richiami da parte della comunità internazionale sono frequenti. Questa...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi