cerca

“Nuovo modello di sviluppo”

Più Venezuela che Italia. La Cgil ha consegnato a Conte un piano choc

Nuova Iri e stato datore di lavoro di ultima istanza. Nazionalizzazioni (da Alitalia a Tim), lavoro garantito (Lsu), altra quota 100, mobilitazione del risparmi e patrimoniale

14 Luglio 2020 alle 06:00

Nuova Iri e stato datore di lavoro di ultima istanza. I piani da brividi della Cgil

Roma, Manifestazione unitaria dei sindacati confederati (foto Fabio Cimaglia / LaPresse)

Roma. Chissà se tra i 180 progetti discussi dal governo con le 122 associazioni e 34 personalità varie incontrate nel corso degli Stati generali c’è anche quello presentato dalla Cgil. Tredici pagine fitte, più schede tecniche varie, datate 15 giugno, titolo: “Dall’emergenza al nuovo modello di sviluppo”. Il documento, consegnato da Maurizio Landini a Giuseppe Conte nel corso del vertice di Villa Pamphili, e mai reso pubblico nel dettaglio, ha l’ambizione di un “progetto paese” a tutto campo, che affronta...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Nunzia Penelope

Per qualche tempo ha vissuto di teatro, poi ha deciso di fare la persona seria ed è diventata giornalista, specializzandosi in economia e altre cose non esattamente artistiche. Ha imparato il mestiere consumando i marciapiedi per l’Adnkronos, ha lavorato per settimanali, radio, Tv e per chiunque paghi bene e puntualmente. Ha pubblicato alcuni libri; nell’ultimo, ‘’Vecchi e Potenti’’, racconta la gerontocrazia italiana. Non ha la patente; pero’ ha un marito interista (Tullio), due figlie assai belle (Rosa e Marianna) e un cane tibetano (Luna). E’ profondamente romana, beve molti tè e cappuccini, legge solo romanzi (non italiani), sceglie i film in base ai consigli di Mariarosa Mancuso, sogna di vincere un Oscar per la migliore sceneggiatura. Ama moltissimo scrivere per Il Foglio, il giornale piu’ artistico che c’è.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • PaoloB54

    14 Luglio 2020 - 22:41

    ... e speriamo di no! Cioè che non se le fili nessuno questi deliri vetero-comunistelli

    Report

    Rispondi

  • gheron

    14 Luglio 2020 - 19:30

    Ma che vi aspettavate!!!... In natura, l'ideale dei topi è una nuova stanza dei formaggi.

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    14 Luglio 2020 - 13:56

    La Cigj e tutti i Landini d'Italia e del Venezuela e del variopinto mondo, non hanno mai superato lo spaventoso trauma del prevalere del capitalismo e della economia del libero mercato che produssero l'implosione politica-economica del sacro modello URSS. Le itigne ideologiche anelano la rivincita. Il dossier Landini ci porterebbe dritti fuori dell'Europa. Altro che sovvensioni a fondo perduto.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    14 Luglio 2020 - 13:32

    E' mistero nessuno si è accorto che Giuseppi sarebbe una straordinaria prima ballerina,si dice etoile, del Balletto della Scala .E' belloccio cià un fisichetto discreto ed è abilissimo a zompare deccuà e dellà che manco la Fracci.Italia felix ma pure molto fortunata .Giuseppi ha un fascino tutto suo e se la Merkel non fosse tutta di un pezzo ( come un baccalà del baltico) se farebbe pure rimorchià dal fascino latino della Vispa Teresa di Volturara Appura .( mà andovè ?).

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi