cerca

Una volta “investimenti ad alto moltiplicatore”. Ora solo spesa in deficit

Durante la discussione sul Def, il ministro dell’Economia Tria aveva illustrato per conto del governo una strategia diametralmente opposta. Storia di un bluff annunciato

Luciano Capone

Email:

capone@ilfoglio.it

21 Settembre 2018 alle 06:00

Una volta “investimenti ad alto moltiplicatore”. Ora solo spesa in deficit

Giovanni Tria (foto LaPresse)

Un giorno dalle parti del governo la parola d’ordine era: investimenti. E non investimenti qualsiasi, ma “ad alto moltiplicatore”. In prima linea c’era il vicepremier e ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio che illustrava così la sua visione per la Finanziaria: “Se serve, d’accordo con l’Unione europea, dobbiamo poter accedere a investimenti ad alto valore, ad alto moltiplicatore, anche in deficit”. Gli faceva eco il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli: “Una sfida fondamentale per far ripartire gli investimenti nelle...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    21 Settembre 2018 - 14:02

    Al direttore - I due punti di partenza opposti. Tutte le teorie e prassi dell’Economia considerano virtuoso indebitarsi, cioè chiedere crediti, per investire in progetti che abbiano finalità di sviluppo e produrre maggiore occupazione. Ovviamente non tutti i progetti possono andare a buon fine: è il margine di rischio insito in ogni attività. La Politica considera virtuoso indebitarsi, cioè chiedere crediti, per “spendere politicamente”. Nel primo caso se l’investimento va in porto ci sono anche vantaggi sociali concreti. Nel secondo solo consensi contingenti e non necessariamente duraturi se non alimentati da nuove “spese” Il tutto riconducibile alle due visioni: “la mano invisibile” da Adam Smith e “la mano di stato” di Carlo Marx. Un bel casotto.

    Report

    Rispondi

Servizi