Il lavoro secondo Di Maio: tutti a casa

Chiusure domenicali e blocco degli investimenti, l’economia del divano

21 Giugno 2018 alle 20:56

Il lavoro secondo Di Maio: tutti a casa

Luigi Di Maio (foto LaPresse)

Quali sono gli obiettivi in materia di lavoro del Luigi Di Maio ministro del Welfare, in un paese ad alta disoccupazione e basso tasso di manodopera attiva? E gli obiettivi in materia di sviluppo del Luigi Di Maio ministro dello Sviluppo economico in un paese a bassa produttività e bassi consumi? La risposta è nel titolo del film del 1960 di Luigi Comencini: “Tutti a casa”. A casa i dipendenti dei negozi aperti la domenica, ma a casa, per “stare...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lorenzo tocco

    lorenzo tocco

    23 Giugno 2018 - 12:12

    Nel 2012 i 5S non votarono assolutamente niente per il solo fatto di non essere presenti in parlamento. Riguardarsi la composizione delle camere dopo le elezioni del 2008, please.

    Report

    Rispondi

Servizi