Guerra agli oligarchi

Trump contro Bezos e la Silicon Valley. Sotto tiro di Putin i plutocrati russi. Anche la Cina picchia duro

15 Aprile 2018 alle 06:03

Guerra agli oligarchi
Una guerra tra oligarchi, un conflitto tra plutocrati americani, russi, cinesi. Mettendo insieme storie parallele che apparentemente insieme non possono stare, si scopre una convergenza inattesa, un filo conduttore che aiuta a capire meglio la strategia americana, con nome, cognome, volto e personalità precise. Donald Trump, il reuccio del mattone, dei grattacieli, dei casinò; Jeff Bezos, lo gnomo del commercio online, che gioca con droni e robot e vuol diventare un tycoon dell’informazione; Oleg Deripaska, proprietario del secondo gruppo mondiale...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    15 Aprile 2018 - 17:05

    Titolo giusto: "Guerra tra oligarchi" Tra oligarchie, come sempre accaduto dalla notte dei tempi. Il popolo? Carne da cannone arruolata e utilizzata di volta in volta, da tutte le più svariate oligarchie per farsi guerra. In una affascinante suggestione teorica, la soluzione sarebbe semplice: uno sciopero universale, un incrociar le braccia mondiale, un rifiuto assoluto, di tutti i popoli della terra di farsi carne da cannone. I popoli gridano: “Che le oligarchie se la vedano tra loro, faccia a faccia, novelli Orazi e Curiazi.” Già, se i popoli fossero autosufficienti, ma non lo sono. Bezos e Trump fanno maramao

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    15 Aprile 2018 - 17:05

    Titolo giusto: "Guerra tra oligarchi" Tra oligarchie, come sempre accaduto dalla notte dei tempi. Il popolo? Carne da cannone arruolata e utilizzata di volta in volta, da tutte le più svariate oligarchie per farsi guerra. In una affascinante suggestione teorica, la soluzione sarebbe semplice: uno sciopero universale, un incrociar le braccia mondiale, un rifiuto assoluto, di tutti i popoli della terra di farsi carne da cannone. I popoli gridano: “Che le oligarchie se la vedano tra loro, faccia a faccia, novelli Orazi e Curiazi.” Già, se i popoli fossero autosufficienti, ma non lo sono. Bezos e Trump fanno maramao.

    Report

    Rispondi

Servizi