cerca

Cent'anni di Movimento Bauhaus

Il 12 aprile del 1919 veniva pubblicato il Manifesto e programma del Bauhaus statale di Weimar, curato da Walter Gropius con sulla copertina una xilografia di Lyonel Feininger

12 Aprile 2019 alle 12:50

Cent'anni di Bauhaus

foto LaPresse

Cent'anni fa, a Weimar, in Germania, il Staatliche Bauhaus in Weimar fece la sua prima comunicazione ufficiale. L'istituto nato dalla fusione dell'ex Istituto superiore di belle arti e l'ex Scuola d'arte applicata del Granducato di Sassonia con l'aggiunta di una sezione di architettura e diretto da Walter Gropius, pubblicava il 12 aprile del 1919 il Manifesto e programma del Bauhaus statale di Weimar con sulla copertina una xilografia di Lyonel Feininger dal titolo Cattedrale, che raffigurava una cattedrale superata da una torre e tre raggi luminosi corrispondenti rispettivamente alla pittura, scultura e architettura.

 

Ebbe sede a Weimar dal 1919 al 1925, a Dessau dal 1925 al 1932, e a Berlino dal 1932 al 1933, quando venne chiusa per volere del regime nazista.

 

Nonostante la sua breve e difficile vita, il Bauhaus, ha avuto un importante peso all’interno dell'arte del Novecento (e successiva) e nella cultura mondiale.

 

Negli ultimi mesi Michele Masneri ha approfondito l'eredità e il peso del movimento all'interno del mondo del design e dell'arte.

Bauhaus e i suoi derivati

La Germania celebra i 100 anni della scuola nata nel 1919 a Weimar e chiusa nel 1933 dai nazisti, che fecero la sua fortuna

Bauhaus rivisitato

In una lezione molto affollata al Maxxi Barry Bergdoll, docente alla Columbia oltre che curatore al Moma, demolisce abbastanza luoghi comuni su uno dei brand più celebrati del Novecento

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi