Il taglio dei parlamentari e l'audio rubato di Zuckerberg

Tutto quello che è successo in Italia e nel mondo senza fronzoli e divagazioni

In Italia

Lunedì in aula la riforma sul taglio dei parlamentari. La commissione Affari costituzionali della Camera ha approvato il testo del ddl per ridurre il numero di deputati e senatori. E’ stato votato anche il mandato al relatore Giuseppe Brescia, già presidente della commissione.

 


 

Mike Pompeo è atterrato a Roma. Il segretario di stato americano ha incontrato Giuseppe Conte e Sergio Mattarella. Domani farà visita a Papa Francesco e Luigi Di Maio.

 


 

Si è dimesso il cda di Ama spa, l’azienda che gestisce lo smaltimento dei rifiuti a Roma. Stefano Zaghis è il nuovo amministratore unico.

 


 

Trovata l’intesa tra Miur e sindacati per l’assunzione di 24mila insegnanti precari da almeno 36 mesi in servizio.

 


 

Borsa di Milano. Ftse-Mib -0,81 per cento. Differenziale Btp-Bund a 142 punti. L’euro chiude stabile a 1,09 sul dollaro.

 


  

Nel mondo 

Ci sono state manifestazioni contro il governo a Baghdad. Circa 3.000 persone sono scese in piazza per protestare contro la corruzione del governo iracheno e la disoccupazione. La polizia, dopo aver cercato di disperdere la folla, ha sparato contro i manifestanti. Ancora non è chiaro il numero dei feriti.

 


 

The Verge ha pubblicato l’audio di una conversazione riservata in cui Mark Zuckerberg esprimeva le sue preoccupazioni per un’eventuale vittoria alle prossime presidenziali della senatrice democratica Elizabeth Warren.

 


 

Si è dimesso Heinz-Christian Strache. L’ex leader del partito di estrema destra austriaco, Fpö, ha annunciato la sua uscita dalla politica prima che il partito potesse decidere di sospenderlo in seguito agli scandali finanziari e all’Ibizagate.

 


 

Il Regno Unito sarà “molto flessibile” dopo la Brexit, ha detto il premier britannico Boris Johnson riferendosi alla necessità di trovare una soluzione per il confine tra Irlanda e Irlanda del nord.

Di più su questi argomenti: