cerca

I punti fermi di Cantone su Consip gonfiano gli aspetti collaterali della vicenda

Sulla fuga di notizie c’è una sorta di catena il cui punto di inizio non può che essere uno, perché per violare un segreto bisogna esservi vincolati

20 Settembre 2017 alle 06:26

Caso Consip, Woodcock se ne lava le mani: “Da Scafarto errore grave, ma nessun complotto”

Carabinieri nella sede della Consip (foto LaPresse)

Raffaele Cantone ha provato ieri a mettere un punto fermo sulla vicenda Consip, notando come, al momento, lo stato dell’indagine consista in “una ipotesi di corruzione per cui un funzionario di medio livello ha patteggiato e un imprenditore è in attesa di giudizio”. “Tutto il resto è frutto di una fuga di notizie” ha aggiunto il presidente dell’autorità anticorruzione. Dunque i centomila euro passati dall’imprenditore al funzionario sono il bottino tratto dal “più grande appalto europeo”. Una miseria, ragionando obiettivamente, e un misero risultato giudiziario. Questo contribuisce a gonfiare gli aspetti collaterali della vicenda, più sostanziosi nel numero e nel rango degli indagati.

 

Sulla fuga di notizie c’è una sorta di catena il cui punto di inizio non può che essere uno, perché per violare un segreto bisogna esservi vincolati e l’unico fra gli indagati in quella condizione è il generale Emanuele Saltalamacchia, comandante della Legione Carabinieri Toscana. Nella vicenda si ritrova anche il comandante dell’Arma, generale Del Sette, nella cui stanza al comando generale di viale Romania Scafarto pensava addirittura di piazzare delle microspie. Non si sa se ne abbia parlato col suo ex capo al Noe colonnello De Caprio trasferitosi ai servizi segreti. Sono tutti fatti noti che possono portare a dissentire da una sola delle tesi avanzate ieri da Cantone, quando ha sostenuto che l’indagine sull’indagine finisce per danneggiare l’immagine della magistratura. Anche l’Arma non ne esce benissimo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • gheron

    20 Settembre 2017 - 19:07

    Arri-click!...il ventilatore è in marcia. "...Gonfiare gli aspetti collaterali della vicenda..."

    Report

    Rispondi

Servizi