cerca

Chi vuol esser lieto sia

Nonostante il reddito di “divananza”, nonostante l’impegno dei grillini a chi fa di peggio e di più, think positive

23 Marzo 2019 alle 06:05

Chi vuol esser lieto sia

Foto Pixabay

Che tempi grami stiamo vivendo. Un pazzo criminale ubriacone che tenta di dare fuoco a una scolaresca di bambini. Il presidente pentastellato del Consiglio comunale di Roma che viene arrestato per presunte mazzette. Un assessore grillino dello stesso comune che viene indagato per corruzione. Il pil che scende in picchiata. Il Senato che boccia la mozione di sfiducia al ministro Toninelli, sponsor convinto del no alla Tav. E infine (perdonate la tifoseria) il mio Milan che viene messo sotto dall’Inter nel derby della Madonnina. E sì che il 2019 non è un anno bisestile. Che succede? Conseguenza della fine (da molti annunciata, ma staremo a vedere) dell’èra berlusconiana dove tutto funzionava a meraviglia e il Belpaese risplendeva di sfavillante luce propria? Colpa di qualche portasfiga dell’opposizione che vive ancora nella Seconda Repubblica e gufa contro l’Italia gialloverde? Cosa facciamo, ci trasferiamo al mare in Algarve, dove almeno la vita costa meno? Ma va, la vita è bella! Viva gli inguaribili ottimisti, che vedono sempre il bicchiere mezzo pieno. Nonostante ministri inguardabili, nonostante il reddito di “divananza”, nonostante l’impegno dei grillini a chi fa di peggio e di più, think positive, il brutto si abbellirà, splenderà il sole in permanenza, la primavera si porterà via tutti i cattivi presagi. “Ma che strani Barbari Foglianti quelli di oggi”. Ti ho sentito, direttore. Beh, dai, ogni tanto licet cazzeggiare... Chi vuol essere lieto sia, ora e sempre! Stay tuned.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Caterina

    Caterina

    26 Marzo 2019 - 09:09

    Dicono che per essere felici bastano una buona salute e una cattiva memoria. Vale per l’individuo forse, ma non per il suddito italiano.

    Report

    Rispondi

  • maropadila

    23 Marzo 2019 - 09:09

    Mi sbaglierò, ma mi sembra di notare una sfumatura di disperazione: "Si sta come d'autunno sugli alberi le foglie"

    Report

    Rispondi

  • eleonid

    23 Marzo 2019 - 07:07

    Questa si che è una vera metamorfosi . Politici che diventano comici. Perché è certo che i più ottimisti sono i comici. E poi c'è forse ancora qualcuno che dice che agli italiani mancano le idee. Se anche la Lega secessionista per vocazione è oggi la più sovranista degli europei , non è questo ottimismo? Infatti vedremo che ancora un po' di potere e avremo la Lega più europeista dei mondialista. E vai!!!!?

    Report

    Rispondi

  • manfredik

    23 Marzo 2019 - 07:07

    Egregio Presidente Maroni, fra le corbellerie non c'è solo il "reddito di divananza", ma anche quota 100, la finta flat tax, i piani B per l'uscita dall'Euro. Mentre il pazzo criminale ubriacone è tutto "grasso che cola", e gratis. Io aborro il cui prodest e quindi mi fa schifo chi accusa di ciò il Ministro dell'Interno. Ma non sono neanche così ingenuo da pensare che questo episodio sia neutrale rispetto ai voti: glieli porta, e gratis. Presidente, se comincia a cazzeggiare anche lei siamo a posto.

    Report

    Rispondi

Servizi