cerca

Le testate di Macron

Quello dei francesi è proprio un vizietto che non riescono a perdere: dare testate. Ve la ricordate quella di Zidane a Materazzi nella finale dei Mondiali di calcio del 2006?

3 Aprile 2018 alle 06:08

Le testate di Macron

Quello dei francesi è proprio un vizietto che non riescono a perdere: dare testate. Ve la ricordate quella di Zidane a Materazzi nella finale dei Mondiali di calcio del 2006? Beh, da allora i nostri cugini d’Oltralpe ce ne hanno date parecchie. A partire dalle testate di Sarkozy a Berlusconi (il sorrisetto sprezzante in compagnia della Merkel e – testatona – l’intervento militare in Libia del 2011 per scippare il ruolo che l’Italia aveva nello scacchiere nordafricano) passando poi per uno dei primi atti del nuovo presidente Macron (il blocco dell’intesa per il passaggio a Fincantieri dei cantieri di Saint-Nazaire) per giungere a oggi, con l’irruzione dei gendarmi francesi nella stazione di Bardonecchia per effettuare un controllo di polizia arbitrario. Anch’io ho subito una testata dai francesi, lo confesso: all’inizio del 2011, quando scoppia la cosiddetta “primavera araba” e migliaia di clandestini arrivano in Italia per andare in Francia passando la frontiera a Ventimiglia. Io ero ministro dell’Interno e il mio collega francese cosa fa? Sospende la libera circolazione tra Italia e Francia: una testata che ancora mi fa male. La mia risposta però non si fece attendere: trovai il modo di mandarli tutti in Francia quei clandestini, con una procedura approvata dall’Ue! Questo deve fare (e non fa) il governo italiano: invece di lamentarti, caro ministro degli Esteri, tira fuori le palle: alle testate si risponde con il cartellino rosso, non con la solita diplomatica arrendevolezza. Stay tuned.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • loran

    03 Aprile 2018 - 13:01

    Du coup ce sont les français qui donnent des coups de tete? Mais les italiens qui envoient tous les migrants en France et qui s'en vantent! C'est comme pour Zidane, le vicieux c'était Materazzi, pas ZZ.

    Report

    Rispondi

    • emmeti

      03 Aprile 2018 - 14:02

      Cher monsieur ou chère madame, si la loi européenne prévoit que les migrants soient répandus dans tous les pays je ne vois pas pourquoi la France ne doit pas en recevoir. Quant à Zidane et Materazzi je les vois au même niveau: assez bas, ça va sans dire.

      Report

      Rispondi

      • loran

        03 Aprile 2018 - 16:04

        Moi ce que je vois, c'est que la jungle de Calais est en France, remplie de milliers de migrants qui veulent aller en Angleterre. Et la plupart de ces migrants viennent d'Italie.... Dire qu'il y en a pas en France est une aberration, l'Italie découvre le problème, que nous nous trainons depuis bientot 10 ans ! Alors dire que la France met des coups de tete comme Zidane (ce que fait cet article putassier) gratuitement c'est juste faux.

        Report

        Rispondi

  • Nambikwara

    Nambikwara

    03 Aprile 2018 - 11:11

    Bene, adesso la riconosco. Questi francesi non hanno neanche il senso del ridicolo: ci scrivono anche francescanamente "Sora Italia". Ministro degli Esteri ?: non parvenu! Take care mr. Maroni.

    Report

    Rispondi

    • Skybolt

      03 Aprile 2018 - 15:03

      Quando ci renderemo conto che gli interessi della Francia non coincidono mai con quelli dell'Italia, avremo fatto un passetto avanti.

      Report

      Rispondi

Servizi