Neymar: "Ho rischiato di rimanere paralizzato"

Redazione

La stella del Brasile racconta in lacrime l'infortunio subito da Zuniga.

"Dio mi ha protetto. Se mi avesse colpito due centimetri più in là oggi forse sarei su una sedia a rotelle". Lo ha detto, in lacrime, il brasiliano Neymar, in conferenza stampa, a proposito del fallo subito nella partita contro la Colombia da Juan Camilo Zuniga. Un incidente di gioco costato caro alla stella del Barcellona, costretto a saltare per infortunio la semifinali dei Mondiali, Brasile-Germania, e a stare lontano dai campi di gioco da 4 a 6 settimane, a causa della frattura di una vertebra.

 

"Io stavo staccando ed ero in chiaro vantaggio sulla palla: ero già in volo quando Zuniga è entrato. Non voglio dire che è stato sleale; ma chiunque ha giocato a calcio sa che non è stato un intervento normale. Basta vedere per i tempi, il modo e la forza dell'entrata", ha aggiunto Neymar. "In più lui era alle mie spalle. Zuniga è arrivato da dietro e, non vedendolo arrivare, non ho avuto la possibilità di difendermi. E' difficile comunque parlare ora: era un momento fondamentale della mia carriera", ha concluso l'asso del Brasile.