Lezione di scuola quadri

Andrea Marcenaro

Scrittura di messaggi di saluto su barchette di carta. Frasi brevi e coerenti. Raccontare le esperienze estive

 

Le vacanze. Il ritorno a scuola. L’autunno. La fantasia. L’inverno. C’è aria di festa tutto intorno. Il mondo senza confini. La natura rigoglia. La primavera. Paesi e città. Io sto crescendo. Sono già cresciuto. L’estate. Raccontare le esperienze seguendo le tracce dette sopra. In più: scrittura di messaggi di saluto su barchette di carta o cartoline costruite e illustrate dall’alunno stesso. Frasi brevi e coerenti, tra di loro coese ( appiccicate l’una all’altra con un certo senso), al fine di connotare emozioni. Bon. Fine della prima lezione di scuola quadri per movimentisti questori, vicepresidenti e presidenti di Camera a Cinque stelle col 32 per cento di consensi. Domani: Andrea Orlando, psicologia di un pidiota. Dopodomani: algoritmi.

Di più su questi argomenti:
  • Andrea Marcenaro
  • E' nato a Genova il 18 luglio 1947. E’ giornalista di Panorama, collabora con Il Foglio. Suo papà era di sinistra, sua mamma di sinistra, suo fratello è di sinistra, sua moglie è di sinistra, suo figlio è di sinistra, sua nuora è di sinistra, i suoi consuoceri sono di sinistra, i cognati tutti di sinistra, di sinistra anche la ex cognata. Qualcosa doveva pur fare. Punta sulla nipotina, per ora in casa gli ripetono di continuo che ha torto. Aggiungono, ogni tanto, che è pure prepotente. Il prepotente desiderava tanto un cane. Ha avuto due gatti.