cerca

Allegri e la lezione politica sugli arbitri. Era necessario multarlo?

Nel calcio, la cialtroneria di una squadra e di un allenatore è direttamente proporzionale al numero di volte che quella squadra o quell’allenatore parla di arbitri

28 Dicembre 2018 alle 06:03

Allegri e la lezione politica sugli arbitri. Era necessario multarlo?

Foto LaPresse

Al direttore - Allegri ha detto che un allenatore serio degli arbitri non parla. Io sto con lui. Lei?

Marco Martini

 

Ha ragione Allegri. Nel calcio, la cialtroneria di una squadra e di un allenatore è direttamente proporzionale al numero di volte che quella squadra o quell’allenatore parla di arbitri. E’ una regola d’oro del calcio: chi parla troppo di arbitri lo fa per nascondere l’inadeguatezza della sua squadra e più un allenatore non è adeguato e più parlerà di arbitri. Si parla di calcio ma in fondo si parla anche di politica. Bravo Allegri. E non bravi coloro che proprio in questo contesto hanno deciso di multarlo per qualche frase fuori luogo nello spogliatoio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    28 Dicembre 2018 - 11:11

    Allegri ha faccia di tolla. Si permette di fare il predicatore dall'alto di una squadra che ogni anno vince il campionato .Quale altro allenatore di serie A avrebbe potuto. luigi

    Report

    Rispondi

    • Substitute

      Substitute

      28 Dicembre 2018 - 12:12

      ha la faccia di uno che degli arbitri non parla mai, anche quando non sono esattamente dalla sua parte, poi, se vince, e' merito suo e della squadra, quindi?

      Report

      Rispondi

Servizi