cerca

Abbattere le statue per sbriciolare la storia

La storia dell’uomo non può diventare una pagina bianca. La furia iconoclasta vuole rinnegare gli orrori dell'Occidente, dimenticando ciò che ha dato all’umanità: dall'arte alla conoscenza scientifica sino ai diritti dell’uomo e del cittadino

30 Giugno 2020 alle 11:57

Abbattere le statue per sbriciolare la storia

(foto LaPresse)

È del tutto comprensibile che in un momento, soprattutto negli Stati Uniti, di gravi tensioni razziali che sono sfociate anche in eventi tragici, le proteste si scaglino contro obiettivi simbolici e immediati come le statue, quella di Cristoforo Colombo e di altri personaggi del passato razzista degli Stati Uniti come i generali sudisti.   In Inghilterra l’obiettivo sono diventate le statue di epoca colonialista, quelle di Edward Colton, commerciante di schiavi e di Cecil Rhodes precursore dell’apartheid. Addirittura quella di...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Guido Salvini

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • joepelikan

    30 Giugno 2020 - 16:48

    Post scriptum: ottima la citazione del libro di Jared Diamond, una lettura arci-consigliata anche dopo tanti anni.

    Report

    Rispondi

  • joepelikan

    30 Giugno 2020 - 16:41

    Onestamente non capisco perché perdiamo tempo dando il modo a questi cialtroni usciti dal'oscurantismo più abissale delle Humanities USA di dettare l'agenda. L'unica risposta sensata sarebbe quella di Mac Mahon e di Thiers ai comunardi, che ha liberato la Francia per quasi un secolo dal sovversivismo imbecille.

    Report

    Rispondi

  • Carlo6

    30 Giugno 2020 - 15:39

    La storia è storia e nessuno deve toccarla perché è testimonianza di quello che siamo stati e di quello che saremo. Circa i neri mi associo a chi ha detto che se non fossero stati deportati oggi sarebbero sui barconi o morti di fame a casa loro. Se poi dicono di essere sfruttati che si facessero valere, in America le leggi ci sono come pure i mezzi. Sfasciare tutto non aiuta anzi, aiuta a lasciarli languire nella diseguaglianza da cui da soli non sono capaci di uscire. Tutti erano razzisti, alcuni decenni addietro, pure i preti ed il papa. I tempi cambiano e se non ti aiuti dio non ti aiuta. Anzi.

    Report

    Rispondi

  • luiga

    30 Giugno 2020 - 14:27

    ma nessuno che abbia focalizzare realmente il problema Coè queste popolazioni si trovano in USA per caso e non per selta, il loro ambiente era la savana,e il loro stile di vita era cacciare la serlvaggina e qualche nemico della tribù accanto. Oggi protestano perchè vogliono essere più occidentali degli occidentali. Mi sbaglio? Ma un bel recupero delle origini noo?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi