Foto pexels.com

Perché la chiesa dovrebbe occuparsi del bancomat

Camillo Langone

Temo che il politico capace di impedire alla Tecnica di dominare l’uomo non sia ancora nato

“Fosse per me non ci sarebbe alcun limite alla spesa in denaro contante”. Sono bellissime le parole di Salvini all’assemblea di Confesercenti e proprio in quanto tali sono prive di rilevanza politica (quel “fosse per me” segnala onestamente l’astrattezza dell’affermazione). Avrò letto troppi libri e troppi articoli di Emanuele Severino ma temo che il politico capace di impedire alla Tecnica di dominare l’uomo non sia ancora nato. In ospedale scopro di poter pagare una radiografia solo col bancomat, e così lo Stato oltre a radiografare il mio gomito radiograferà le mie finanze. Scopro con ulteriore raccapriccio di non dover nemmeno digitare il Pin: a mia insaputa il mio bancomat ha la funzione contactless, e i soldi svaniscono dal conto come per un nero prodigio. Ha scritto Severino che “la destinazione della tecnica al dominio è la destinazione al tramonto dell’umanesimo”: vedano i vescovi e i teologi se è il caso di lasciare un simile tema a Confesercenti e Lega.

Di più su questi argomenti:
  • Camillo Langone
  • Vive a Parma. Scrive sui giornali e pubblica libri: l'ultimo è "Eccellenti pittori. Gli artisti italiani di oggi da conoscere, ammirare e collezionare" (Marsilio).