Sia benedetta la dieta Fedez

Cambiare menù per via delle strade chiuse per il concerto di Capodanno può rivelarsi un bene

1 Gennaio 2018 alle 21:07

Sia benedetta la dieta Fedez

Fedez

Fedez mi ha fatto perdere il latte. Non sono una puerpera e comunque il rapper ragnatelato mi causa solo un certo fastidio, non quello spavento capace di bloccare le ghiandole mammarie delle neo-mamme. Ma Fedez a Capodanno ha cantato (si fa per dire) nella piazza dove si trova il distributore automatico del miglior latte di Parma, delicatamente pastorizzato da un allevatore locale e perciò superiore a qualsiasi latte impoverito da supermercato. Per far cantare (sempre si fa per dire) Fedez, la piazza era stata sigillata molte ore prima, con transenne, barriere di cemento e posti di blocco (si prevedeva una festa o una intifada?). Nemmeno noi residenti, buoni soltanto per pagare i circenses che al sindaco Pizzarotti servono per proiettarsi a livello nazionale, potevamo accedere. E in frigorifero non avevo il latte per fare il puré di accompagnamento al cotechino di Capodanno. Ex malo bonum: alla fine ho fatto le lenticchie, inaugurando così una dieta con meno carboidrati e più proteine che mi propongo di seguire per tutto il 2018. Sia benedetta la dieta Fedez.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    02 Gennaio 2018 - 08:08

    Caro Camillo, Fedez per fortuna dalle mie parti non c’era. Ma egualmente per scelta ho accompagnato un magnifico musetto friulano ( più leggero del cotechino emiliano di mia antica memoria?) con un bel piatto di lenticchie. Buon Anno nuovo. E buone nuove Preghiere.

    Report

    Rispondi

Servizi