Ultima ora

Il ministro dello Sport Spadafora presenta le dimissioni, ma Conte le congela

Simone Canettieri

L'incontro questa mattina a Palazzo Chigi dopo lo stop dei parlamentari M5s alla riforma del Coni 

Questa mattina il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha rassegnato le dimissioni nelle mani del presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Secondo quanto risulta al Foglio il premier ha congelato le dimissioni. La frustrazione di Spadafora nasce dalle difficoltà intorno al progetto di riforma dello sport e in particolare del Coni. Un dossier che è stato affossato nei giorni scorsi proprio dal M5s, il partito di riferimento del ministro dello Sport. Il 6 maggio, parlando con Salvatore Merlo, l'ex ministro dello Sport, e leader della corrente di maggioranza riformista del Pd, Luca Lotti, aveva duramente ammonito il suo successore: "Spadafora traccheggia. Perde tempo. E' il momento di cambiare la legge Giorgetti sul Coni". 

Per Conte ora c'è un'altra grana. Da Palazzo Chigi sono convinti che "alla fine il caso rientrerà". D'altronde, una crisi politica ad agosto per motivi sportivi sarebbe una prima volta nella storia della Repubblica. 

Di più su questi argomenti: