cerca

Il dramma della maggioranza senza leader

Non bucano, non fanno notizia, non hanno posizioni e tendono a esistere solo come negazione degli avversari. Salvini e Meloni incarnano un racconto, i loro avversari solo una paura. Perché non può funzionare la lotta tra il cacciavite e il martello

Claudio Cerasa

Email:

cerasa@ilfoglio.it

15 Novembre 2019 alle 06:00

Il dramma della maggioranza senza leader

Matteo Salvini e Giorgia Meloni (LaPresse)

Il professor Michele Salvati, sul Corriere della Sera di ieri, ha dedicato un editoriale molto interessante a un tema stimolante che ha una sua oggettiva centralità nella fase politica che stiamo vivendo: l’incredibile vuoto di leadership all’interno del fronte politico che combatte la grammatica nazi-pop (nazional-populisti). Nel mondo di oggi, ha scritto Salvati, la sinistra italiana, rispetto ai suoi competitor, parte molto svantaggiata: “Non ha un leader che la rappresenti”, “ne ha troppi aspiranti a questo ruolo” e “al governo...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Claudio Cerasa

Claudio Cerasa

Nasce a Palermo nel 1982, vive a Roma da parecchio tempo, lavora al Foglio dal 2005 e da gennaio 2015 è direttore. Ha scritto qualche libro (“Le catene della sinistra”, con Rizzoli, “Io non posso tacere”, con Einaudi, “Tra l’asino e il cane. Conversazione sull’Italia”, con Rizzoli, “La Presa di Roma”, con Rizzoli, e "Ho visto l'uomo nero", con Castelvecchi), è su Twitter. E’ interista, ma soprattutto palermitano. Va pazzo per i Green Day, gli Strokes, i Killers, i tortini al cioccolato e le ostriche ghiacciate. Due figli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • dongivu

    15 Novembre 2019 - 19:53

    Incredibile: Cerasa invoca Grillo!. Incredibile: demonizzare il cdx che c'è in Italia con le cretinerie di papete e nazipop e non vedere che la disastrosa mentalità dei sinistri che sanno soltanto dirsi narcisisticamente che sono buoni, Cina in primis, e tutti gli altri (Trump in primis) delinquenti, sta distruggendo la vecchia Europa dopo aver distrutto l'Italia. Sveglia, ma provvidenzialmente ci sveglieranno gli operai.

    Report

    Rispondi

  • J.Wrangler

    J.Wrangler

    15 Novembre 2019 - 19:13

    Direttore, sono molto soddisfatto, finalmente ha capito una semplice "verità" che sembra banale ma non lo è: nel centro sinistra e sinistra c'è solo interdizione e non si può andare avanti solo con essa aggiungendo che a livello europeo le cose non vanno bene (per noi) la Germania sta aiutando una banca (Nordlb) con denaro pubblico tedesco: alla stessa stregua non si potè intervenire per salvare una banca piccola (Etruria, perchè giudicata "aiuto di stato distorsivo") e insieme alle altre (Marche,Chieti , Ferrara) la Commissione disse che era aiuro di stato. Ohibò 2 pesi e due misure.

    Report

    Rispondi

  • Mario 1

    15 Novembre 2019 - 18:17

    Caro Cerasa da ex simpatizzante del PD posso dire che la loro politica attualmente sembra dettata dai marziani che non hanno nulla a che fare coi terrestri ,il motivo delle sconfitte è solo questo ,ed il bello o brutto che continuano a perseverare nonostante abbiano i piedi nella tomba , e lasciate stare il fascismo ,razzismo ecc, che non funziona più come spauracchio sembra la barzelletta che ci raccontavano da bambini dell'uomo nero..

    Report

    Rispondi

  • Giovanni Attinà

    15 Novembre 2019 - 17:18

    Il problema non è la mancanza di leader, a parte l'utilizzo dei social con filmati e prese di posizione, nella maggioranza tutti parlano appena si svegliano al mattino e fanno dichiarazioni, poi per Salvini e Meloni c'è la prassi che sono chiamati a discettare su tutto perfino sul risultato di una squadra di calcio di terza categoria. La loro opinione deve stare al centro della Tv e anche della carta stampata, non parliamo poi dei siti web, dove campeggiano scontri televisivi, come se la gente vivesse per la tv,e tanto altro ancora. Poi, sono un cultore della carta stampata, il" pastone" romano dovrebbe bastare per commentare la politica di oggi, oltre che interviste a tutto campo, ripetitive all'inverosimile , e così via.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi