cerca

La terza via tra élite e "sfascisti". Parlano Panebianco e Orsina

Per Panebianco, le forze antisistema sono contro “la democrazia rappresentativa, ma anche stataliste". I Cinque stelle “vogliono che la politica sia gestita dal cittadino, e uno stato iper-interventista", dice Orsina

Marianna Rizzini

Email:

rizzini@ilfoglio.it

19 Aprile 2017 alle 06:00

La terza via tra élite e "sfascisti". Parlano Panebianco e Orsina

Ivrea, Beppe Grillo alla convention M5S (foto laPresse)

Roma. C’è una continuità tra il “no” pronunciato dalle élite culturali e politiche italiane (con contorno di girotondi) contro Silvio Berlusconi, prima, e quello pronunciato, poi, dalle stesse élite contro Matteo Renzi, ci si domandava ieri su questo giornale? E perché, di fronte allo “sfascismo” a Cinque stelle, le élite medesime non insorgono, e anzi si trincerano dietro la parola “Costituzione” – bandiera guarda caso innalzata dagli “sfascisti” che difendono la Costituzione ma vogliono abolire il vincolo di mandato da...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Marianna Rizzini

Marianna Rizzini

Marianna Rizzini è nata e cresciuta a Roma, tra il liceo Visconti e l'Università La Sapienza, assorbendo forse i tic di entrambi gli ambienti, ma più del Visconti che della Sapienza. Per fortuna l'hanno spedita per tempo a Milano, anche se poi è tornata indietro. Lavora al Foglio dai primi anni del Millennio e scrive per lo più ritratti di personaggi politici o articoli su sinistre sinistrate, Cinque Stelle e populisti del web, ma può capitare la paginata che non ti aspetti (strani individui, perfetti sconosciuti, storie improbabili, robot, film, cartoni animati). E' nata in una famiglia pazza, ma con il senno di poi neanche tanto. Vive a Trastevere, è mamma di Tea, esce volentieri, non è un asso dei fornelli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lorenzo tocco

    lorenzo tocco

    19 Aprile 2017 - 11:11

    Qualcuno dica a Panebianco che il referendum non ha bocciato alcuna ipotesi di un rafforzamento dei poteri del premier: semplicemente questa ipotesi non c'era, in quanto gli articoli della costituzione che parlano dei poteri del presidente del consiglio non erano stati variati dalla riforma.

    Report

    Rispondi

    • mristoratore

      19 Aprile 2017 - 12:12

      l'altro referendum, l'altra riforma della Costituzione. Remember?

      Report

      Rispondi

  • maurizio guerrini

    maurizio guerrini

    19 Aprile 2017 - 09:09

    Analisi perfetta e lucidissima visione dell'auto-incaprettamento che ha portato il Bel Paese fuori dai binari del progresso.

    Report

    Rispondi

Servizi