cerca

Roma in ostaggio del dr. Gribbels

Dopo il No alle Olimpiadi e allo stadio Grillo pretende il riscatto

23 Febbraio 2017 alle 20:09

Roma in ostaggio del dr. Gribbles

Beppe Grillo (foto LaPresse)

Lo stadio non si fa, anzi si fa, macché, si fa ma più piccolo. Alla fine, come per ogni cosa a Roma e nel M5s, ha deciso Beppe Grillo: si fa, ma da un’altra parte. Dove? Non si sa. Dopo aver bocciato lo stadio di Tor di Valle – un investimento da un miliardo e mezzo di euro di soldi privati, di cui un terzo destinato a opere pubbliche – il ragionier Grillo Giuseppe espone sul Sacro Blog il suo...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    25 Febbraio 2017 - 15:03

    noi oggi vecchietti e romani qualche volta andavamo all'Ambra Jovinelli e il clou era la scena 'telado-nontelado. il sindaco di Roma Grillo (by Cruciani) ha assegnato la parte stadio-sì/stadio-no al sua attrice di maggior talento Raggi sua portavoce in Campidoglio. i media subito si sono gettati su l'Evento. soch regà quasi uno sgub

    Report

    Rispondi

  • DBartalesi

    24 Febbraio 2017 - 17:05

    Gribbels? Troppa grazia. Il nostro Joseph non è neppure "luciferino". Semmai, anche nei tratti, ricorda la mirabile caricatura di Nerone fatta da Petrolini. Mutatis mutandis, un cialtrone. (Daniele Bartalesi)

    Report

    Rispondi

  • guido.valota

    24 Febbraio 2017 - 14:02

    Ma non gli serve, l'elicottero. Può andarsene col malloppo anche a piedi, che con gli elettori che si ritrova può cornificarli e mazziarli tre volte al giorno senza che se na accorgano per i prossimi cento anni.

    Report

    Rispondi

Servizi