cerca

Per le presidenziali in Polonia resto speranzoso ma non fiducioso

Che si sia riaperta la partita è una cosa che mi emoziona fino all’esaltazione

30 Giugno 2020 alle 06:00

Per le presidenziali in Polonia resto speranzoso ma non fiducioso

(foto LaPresse)

Sul voto polacco (vedi l’articolo di Micol Flammini qui, ieri) il mio amico di fiducia, Wlodek Goldkorn, scrive: “Allora, i risultati delle presidenziali in Polonia sono leggermente peggiori degli exit poll. Ma restano per me due dati: 1) Trzaskowski è in ascesa, Duda in difesa 2) Duda ha raggiunto, credo, quasi il massimo dei potenziali voti, di più difficilmente potrà avere. Quindi resto fiducioso nella vittoria di Trzaskowski al secondo turno fra due settimane”. Che in Polonia si sia riaperta la partita è una cosa che mi emoziona fino all’esaltazione. Detto questo, non sono fiducioso nel secondo turno, non ce la faccio. Speranzoso però sì, sapeste quanto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi