Giovedì 8 marzo sciopero nazionale del trasporto pubblico

L'agitazione indetta da varie sigle sindacali durerà per 24 ore. È una "lotta contro ogni discriminazione di genere e ogni forma di violenza maschile sulle donne"

6 Marzo 2018 alle 14:18

Sciopero mezzi pubblici

Foto LaPresse

Giovedì 8 marzo sarà una giornata difficile per chi deve spostarsi con i mezzi pubblici. Cobas, Usi lavoro privato e Usb hanno proclamato uno “sciopero globale delle donne” di 24 ore a braccetto con il movimento femminista Non una di meno, in quanto “la lotta contro ogni discriminazione di genere e ogni forma di violenza maschile sulle donne è parte sostanziale della lotta complessiva”. In termini pratici, tra manifestazioni varie in tutta Italia, diversi impiegati nel trasporto locale e nazionale non lavoreranno.

 

Per Milano, Atm fa sapere che “l’agitazione del personale viaggiante e di esercizio sia di superficie sia della metropolitana è prevista dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio”. A Roma l’agitazione interesserà “la rete Atac (bus, tram, metropolitane, ferrovie Roma-Civitacastellana-Viterbo, Termini-Centocelle e Roma-Lido) e le linee periferiche gestite dalla Roma Tpl”. Le fasce di garanzia sono due: da inizio servizio fino alle 8.30 e tra le 17 e le 20. In più nella notte tra il 7 e l'8 marzo non sarà garantito il servizio delle linee notturne e della linea 913. Per quanto concerne Torino, il Gruppo torinese trasporti rende noto che ci saranno due fasce di garanzia per i mezzi di superficie e per la metropolitana, dalle 6 alle 9 e dalle 12 alle 15. Il servizio delle autolinee extraurbane, invece, sarà garantito da inizio servizio alle 8 e dalle 14.30 alle 17.30. Per Napoli, infine, per le linee di autobus saranno garantite le fasce tra le 5.30 e le 8.30 e tra le 17 e le 20.

 

Capitolo treni: non ci sono informazioni precise sullo sciopero nazionale, ma Trenitalia fa generalmente il punto sugli spostamenti garantiti in caso di agitazione. Trenord, che si occupa della Lombardia, comunica che saranno rispettate le fasce di garanzia tra le 6.00 e le 9.00 e tra le 18.00 e le 21.00, mentre nel resto della giornata saranno possibili ritardi e cancellazioni su tutti i treni a eccezione di quelli che collegano Milano e l’aeroporto di Malpensa; se quest’ultimi dovessero saltare, si provvederà a sostituire il servizio con degli autobus.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi