Cosa far leggere a un avversario politico. I consigli di Michele Emiliano

Cosa far leggere a un avversario politico. I consigli di Michele Emiliano

Michele Emiliano (foto LaPresse)

Il Foglio ha condotto un piccolo esperimento: provare a conoscere meglio alcuni protagonisti della vita politica italiana chiedendo loro di consigliare a un avversario tre libri da leggere durante l’estate. In alcuni casi, l’avversario è stato esplicitato. In altri casi, l’avversario è solo figurato. Lo abbiamo chiesto a esponenti di tutti i partiti. Dal Pd a Forza Italia passando per la Lega, Mdp e il Movimento 5 stelle e in molti ci hanno risposto e hanno accettato di stare al gioco. Ecco cosa ci ha risposto il governatore della Puglia, Michele Emiliano.

 

L'esponente del Pd, che con ecumenismo ci tiene a ricordare che lui nemici non ne ha, suggerisce “Piccole grandi cose”, di Jodi Picoult. Consiglia “Le storie-La guerra del Peloponneso” di Erodoto e Tucidide, di cui manda anche via sms la copertina del libro, a testimoniare che in questi giorni sta leggendo proprio questo volume. Infine un libro che il governatore pugliese consiglia, dice lui, in modo provocatorio proprio a noi: “Mani Pulite 25 anni dopo”, di Peter Gomez e Marco Travaglio.

 

Per i lettori che volessero invece consigliare un libro a un politico da oggi e per qualche giorno si può scrivere qui: libroalpolitico@ilfoglio.it. I migliori consigli saranno pubblicati nei prossimi giorni sul Foglio. Buona lettura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi