cerca

I soliti schizzi contro il Cav. Al Pd manca poco per arrivare al Massimo

Chi ha scritto al direttore Claudio Cerasa

26 Settembre 2019 alle 06:00

I soliti schizzi contro il Cav. Al Pd manca poco per arrivare al Massimo

Silvio Berlusconi (foto LaPresse)

Al direttore - “Fammi questo favore, indaga su B…”, poi dice che l’Italia non è avanti.

Giuseppe De Filippi

 

Al direttore - Renzi se ne va dal Pd, la Bindi vi rientra. E qualcuno Rosyca.

Michele Magno

Al Pd manca poco per arrivare al Massimo. Diciamo.

 

Al direttore - Condivido pienamente le considerazioni svolte, in questi giorni, sul Foglio da diversi studiosi sull’inutilità di una tassa sull’utilizzo del contante, così come sono condivisibili gli orientamenti su di una efficace azione antievasione. Argomentazioni similari sono da svolgere anche per l’antiriciclaggio per la cui azione si pone l’esigenza di rivedere e rafforzare gli organi preposti alla prevenzione e al contrasto nonché i raccordi tra di loro. Ma sottostante al problema dell’evasione, e accanto alle ulteriori misure di contrasto impiegabili all’uopo – anche utilizzando le nuove tecnologie e l’intelligenza artificiale – vi è il non espresso tema dei condoni. Come sappiamo, essi incidono negativamente sulla certezza del diritto, abbassano il livello della moralità, riducono il gettito negli anni successivi alla loro applicazione perché si pensa che comunque sopravverrà un nuovo condono e, allora, tanto vale evadere. Si pensa, in ogni caso, di incidere con il rafforzamento delle sanzioni per chi evade e ritorna, non si capisce con quanta vera determinazione, lo slogan “manette agli evasori”, fin qui quasi mai applicato. Ma, di fronte a proposte avanzate da persone non sospettabili di lassismo in campo giuridico a proposito dei denari custoditi in Italia e all’estero in cassette di sicurezza qual è l’atteggiamento da tenere? Non sarebbe, di fatto, un nuovo condono? E’ sugli oneri che bisognerebbe sostenere per la “disclosure” che occorre incidere o è un’iniziativa da rigettare “in toto” per le distorsioni in diversi versanti che essa genererebbe? Potrebbe essere coerente con la visione dei danni che l’evasione compie e del suo ruolo pesantemente deleterio manifestata dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte?

Angelo De Mattia

 

Al direttore - Berlusconi indagato a Firenze per le stragi di mafia. Test psico-attitudinale per i magistrati ma ogni sei mesi non una volta all’anno come aveva proposto il Cav.

Frank Cimini

Quando si tratta del Cav., anche una volta al mese.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi