cerca

Le compagnie petrolifere contro i blocchi del traffico

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Daily Mail, Abc, Welt, Telegraph

15 Gennaio 2020 alle 09:11

Le compagnie petrolifere contro i blocchi del traffico

foto LaPresse

Città tedesche intendono accogliere direttamente profughi da Italia e Grecia

Berlino, 15 gen - (Agenzia Nova) - Riuniti nell'iniziativa “Città porti sicuri”, oltre 120 comuni della Germania intendono accogliere “direttamente” i migranti nei centri di Italia e Grecia, “in piena emergenza” da sovraffollamento, al fine di aiutare i due paesi nella gestione della questione migratoria. È quanto riferisce il quotidiano “Die Welt”, aggiungendo che i comuni aderenti a “Città porti sicuri” intendono superare resistenze e lungaggini burocratiche del ministero dell'Interno tedesco, competente in materia di accoglienza dei profughi in Germania. “Vogliamo aiutare Italia e Grecia nell'attuale situazione di emergenza” con la gestione dei profughi, ha affermato il sindaco di Potsdam, Mike Schubert, tra i principali esponenti di “Città porti sicuri”. Secondo Schubert, “si tratta di non lasciare sole Italia o Grecia” nella questione migratoria. Per la direttrice dell'Ufficio per la migrazione e l'integrazione di Duesseldorf, Miriam Koch, la città potrebbe accogliere “altri 300 migranti”, oltre a quelli già presenti nelle strutture apposite “Se il 2019 è stato l'anno dei porti sicuri, il 2020 deve essere l'anno della responsabilità pratica” nella gestione dei profughi, ha dichiarato Liza Pflaum, portavoce dell'organizzazione non governativa tedesca Seebruecke.

Continua a leggere l'articolo del Welt

 

Il ministero dell'Economia incarica un consorzio banche di piazzare Btp a 30 anni

Londra, 15 gen - (Agenzia Nova) - Il ministero dell'Economia e delle Finanze ha deciso di affidare a un consorzio di banche il piazzamento sul mercato dei suoi nuovi Btp 30 anni. Come riferisce il quotidiano britannico "Daily Mail", con i Btp con scadenza nel 2050 l'Italia segue l'esempio di altri paesi dell'Eurozona, che dall'inizio dell'anno stanno vendendo i loro titoli per trarre vantaggio dalla tendenza positiva sperimentata delle obbligazioni di Stato. Dopo le aste di obbligazioni a lungo termine organizzate da Irlanda e Portogallo nella scorsa settimana e dalla Spagna ieri 14 gennaio, ora l'Italia che si appresta a offrire agli investitori titoli con scadenza al primo settembre 2050. Il consorzio di banche incaricato di piazzare i titoli a 30 anni comprende Monte dei Paschi di Siena, Barclays (Regno Unito), Citigroup (Stati Uniti), Bnp Paribas e Credit Agricole (Francia).

Continua a leggere l'articolo del Daily Mail

 

Roma, blocco totale per il diesel contro l'inquinamento

Londra, 15 gen - (Agenzia Nova) - A Roma, nella giornata di ieri 14 gennaio, è stato adottato il blocco totale alla circolazione dei veicoli alimentati a diesel al fine di contrastare l'aumento dell'inquinamento, provocato dal prolungato periodo di bel tempo. Il divieto è stato in vigore nelle ore di punta e ha riguardato circa un milione di mezzi, sia privati sia commerciali. Le compagnie petrolifere hanno protestato, criticando l'amministrazione capitolina per la sua reazione esagerata. Come ricorda il quotidiano britannico "Daily Mail", diverse altre città nel nord e nel centro dell'Italia hanno adottato nei giorni scorsi severi limiti alla circolazione dei veicoli a causa dell'aumento dell'inquinamento.

Continua a leggere l'articolo del Daily Mail

 

Ecco la correlazione tra tumori e cellulare: il verdetto "storico"

Madrid, 15 gen - (Agenzia Nova) - Il quotidiano spagnolo "Abc" definisce "storico" il verdetto pronunciato dalla Corte d'appello di Torino sul possibile nesso esistente fra alcuni tipi di tumore e l'uso prolungato del telefono cellulare. La sentenza è tuttavia in contrasto con uno studio condotto dagli esperti dell'Istituto superiore della sanità, in base al quale il rischio di malattia non esisterebbe. Secondo i giudici della Corte "una buona parte della letteratura scientifica che esclude la cancerogenicità dell'esposizione alle radiofrequenze è in una posizione di conflitto di interessi, non sempre dichiarata". Lo studio dell'Istituto non terrebbe conto, in particolare, dei recenti studi sperimentali sugli animali. La sentenza, in base alla quale il tumore dell'ex dipendente di Telecom Roberto Romeo è stata definita dai magistrati una "malattia professionale" che lo ha reso invalido al 23 per cento, ha riaperto il dibattito sul tema nel paese.

Continua a leggere l'articolo di Abc

 

La Chiesa contro "The New Pope" per la sigla con delle suore discinte

Londra, 15 gen - (Agenzia Nova) - In Italia, la Chiesa cattolica ha duramente criticato sigla iniziale della serie televisiva "The New Pope", diretta dal regista Paolo Sorrentino. Come riferisce il quotidiano britannico "The Telegraph", la scena mostra giovani suore discinte che ballano sensualmente al di sotto di un gigantesco crocifisso luminoso. La sequenza è stata girata in un convento dismesso di Venezia ed è proprio il patriarca della città, monsignor Francesco Moraglia, che più duramente ha criticato la sigla iniziale di "The New Pope", definendola "offensiva". Come affermato dal portavoce del Patriarcato di Venezia, don Gianmatteo Caput, la scena è "totalmente al di fuori di ogni contesto narrativo che avrebbe potuto giustificarla".

Continua a leggere l'articolo del Telegraph

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi