La guerra di Di Maio ai Benetton

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Spiegel, Monde, Daily Mail, Vanguardia, Faz

Italia: manovre e colpi bassi nella maggioranza nel periodo natalizio

Parigi, 2 gen - (Agenzia Nova) - Durante il periodo natalizio in Italia sono continuate le “manovre” e i “colpi bassi” all'interno della maggioranza di governo, formata da Movimento 5 Stelle (M5S) e Partito democratico (Pd). Lo scrive il quotidiano francese “Le Monde”. Dopo aver presentato le dimissioni alcuni giorni fa, l'ormai ex ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, il pentastellato Lorenzo Fioramonti, starebbe lavorando per una scissione all'interno del M5S. Un'ulteriore dimostrazione del fatto che il partito guidato dal ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Luigi Di Maio, non è riuscito a diventare una vera forza di governo. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte pare, invece, ormai orientato verso la leadership di un partito. Così facendo, colui che è stato battezzato “l'avvocato degli italiani”, entrato in politica con la promessa di incarnare una “rottura” con il passato, diventerebbe l'emblema del tipico “trasformismo” all'italiana.

Continua a leggere l'articolo del Monde

 

Di Maio, al via revoca concessioni autostradali ai Benetton

Madrid, 2 gen - (Agenzia Nova) - Il governo ha iniziato a sospendere le concessioni in possesso di Autostrade per l'Italia, controllata di Atlantia, società del gruppo Edizione di proprietà della famiglia Benetton. Lo ha dichiarato ieri, primo gennaio, Luigi Di Maio, ministro degli Esteri e della Cooperazione internazionale e capo politico del Movimento 5 Stelle (M5S), con il Partito democratico parte del governo. "Stiamo iniziando un percorso per alcune infrastrutture che ci consentiranno di revocare le concessioni ai Benetton", ha dichiarato Di Maio, in un videomessaggio pubblicato su Facebook. Il M5S accusa Autostrade per l'Italia di essere responsabile del crollo del ponte Morandi a Genova che, avvenuto il 14 agosto 2018, causò 43 morti, 11 feriti e 566 sfollati. Da allora, l'M5S ha chiesto di annullare le concessioni di Autostrade per l'Italia, pari a più della metà della rete autostradale italiana. 

Continua a leggere l'articolo della Vanguardia

 

Nel 2020 non ci saranno aumenti per gran parte delle autostrade

Londra, 2 gen - (Agenzia Nova) - Nel 2020, circa il 95 per cento della rete autostradale dell'Italia non vedrà alcun amento dei pedaggi. Lo riferisce il quotidiano britannico "Daily Mail", citando la dichiarazione in tal senso pubblicata dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti; la decisione di estendere a tutto l'anno la moratoria dei pedaggi, commenta il "Daily Mail", mette ancora più sotto pressione le società di gestione delle autostrade italiane, già alle prese con le conseguenze del crollo del viadotto sul Polcevera a Genova, avvenuto il 14 agosto 2018. 

Continua a leggere l'articolo del Daily Mail

 

Parma, capitale italiana della cultura nel 2020

Amburgo, 2 gen - (Agenzia Nova) - Il duomo e il battistero di San Giovanni, il Festival Verdi, il prosciutto e il parmigiano fanno di Parma una delle mete da visitare nel 2020, anno in cui la città sarà capitale italiana della cultura. È quanto afferma il settimanale “Der Spiegel”, che invita i propri lettori a visitare anche Dubai per l'Expo 2020, Tokyo per le Olimpiadi, Galway in Irlanda e Fiume in Croazia come capitali europee della cultura per quest'anno, e Bonn per le celebrazioni del 250mo anniversario della nascita del compositore Ludwig van Beethoven. 

Continua a leggere l'articolo dello Spiegel 

 

Roma, il tradizionale tuffo nel Tevere per il nuovo anno

Berlino, 2 gen - (Agenzia Nova) - Come da tradizione, nella giornata di ieri primo gennaio, Maurizio Palmulli, noto come “Mister Ok”, si è tuffato nel Tevere da Ponte Cavour per celebrare l'inizio del nuovo anno. Come riferisce il quotidiano “Frakfurter Allgemeine Zeitung”, oltre a Palmulli, “67enne dalla fluente chioma bionda” giunto al 62mo tuffo di capodanno nel Tevere, si sono lanciati nel fiume “altri uomini particolarmente coraggiosi” tra gli applausi di numerosi spettatori.

Continua a leggere l'articolo della Faz

Di più su questi argomenti: