Meldonium fisso

Altro che doping nel curling, io ho iniziato a bere quella sostanza a 15 anni, quando non ero ancora bocciofilo

20 Febbraio 2018 alle 06:17

Meldonium fisso

Delle fiale di Meldonium

Secondo me il doping nel curling è giusto se a base di meldonium. Noi che viviamo giocando a bocce usiamo il meldonium dal 1980. Tutto per migliorare la prestazione che poi non c’è. Come vicecampione europeo di bocce non sarei diventato così bravo senza il meldonium. Tra le altre cose usando tutti il meldonium è in realtà come se nessuno lo usi. Il campione russo di curling che ha vinto la medaglia di bronzo in coppia con sua moglie, perché non ha usato il meldonium anche per farla innamorare? Come ragazzo ho iniziato a bere meldonium quando a 15 anni non ero ancora bocciofilo e facevo le gare di bellezza per uomini, che in America chiamano bodybuilding. Il meldonium mi permetteva di essere muscoloso senza troppa fatica. Poi parliamo chiaro: il meldonium fa lavorare, tra dipendenti diretti e tutto il resto, almeno 150 mila persone nel mondo. A questo punto visto che noi atleti siamo per usare il meldonium, le autorità sportive si decidano. Se fosse per me baserei tutti gli sport sul meldonium. Anzi ci farei una disciplina: il campionato di meldonium! Tanti però non vogliono. Ma sono tutti quelli che votano M5s. Che poi, se guardiamo bene, buona parte dei soldi che i parlamentari 5 stelle hanno dato al fondo per il microcredito sono andati a piccole imprese che fabbricano il meldonium.

 

Oggi, per esempio, sono andato a prendere diverse sacche di meldonium per la squadra di cui sono direttore sportivo: la Meldonium Lokomotiv Bratislava, squadra di calcio di Milano. Facciamo la terza categoria e siamo ultimi: abbiamo perso 30 partite su 30. Il problema è che abbiamo basato tutto sul meldonium. Pure il nostro portiere, che ora non sta più in porta e si mette a correre come un matto in mezzo al campo. Gli avversari lo vedono e tirano da metà campo che tanto c’è la porta vuota.

 

Ma a cosa serve il meldonium? E’ necessario per controllare la tensione della gara. Un atleta senza meldonium potrebbe avere un attacco di pederastia (ma neanche) o scagliare il disco in tribuna dove siedono anche quelli che usano il meldonium (più dell’1 per cento della popolazione).

 

Pensate che alcuni circhi utilizzano il meldonium per i bambini. In questo caso sono contro. Infatti non è provato che il bambino che utilizza meldonium sia più simpatico al pubblico. Infatti basta che lo vesti da scemo e il pubblico ride lo stesso, anche senza meldonium.

 

In alcuni stati americani invece questa sostanza viene data ai cani per renderli più intelligenti. Ma ragioniamo: il cane è già un animale intelligente e con questo medicinale rischia di battere l’uomo, o almeno quello che non usa il meldonium. Se tutti lo utilizzano resta invece come prima. Anche il delfino è molto intelligente, ma per adesso nessuno si è preso il rischio di darglielo.

 

Di meldonium ce n’è di diversi tipi. Quello ricavato dalle cortecce di certi alberi che non è bello da dire e poi c’è quello sintetico che si estrae da un minerale che anche questo non è bello da dire.

 

Alla fine di questo bell’articolo direi che il meldonium non andrebbe usato. Però se in una gara c’è uno che non lo prende allora gli altri si lamentano. Ma perché? Lasciamoli liberi di prendere una decisione. Anche perché pure gli autisti di autobus lo usano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi