cerca

La principessa delle Sette Sfere Celesti varca il Brennero

“Niente ha valore che non sia nuovamente concluso”

5 Maggio 2018 alle 06:28

La principessa delle Sette Sfere Celesti varca il Brennero

Varcava il Brennero, ieri, la principessa delle Sette Sfere Celesti. Portava con sé lo scrigno delle Sette Sottili Sapienze e ne ascoltava il vibrare dei remoti incanti. Il treno raggiungeva le cime d’Italia da Monaco e lei annotava nel proprio iPad le tappe di compimento della Profezia. Le sedeva accanto, in treno, Wilhelm Meister, mentre sulle vetrate del convoglio andavano a specchiarsi – come sullo schermo di un cinema, i fotogrammi – i riflessi dello scorrimento delle automobili lungo l’autostrada guidate da fuochi fatui, da jinn ma anche da angeli e da Dignitari giunti dal lontano Catai. Cavalli e viaggiatori di ogni specie trovavano posto, invece, tra le poltrone dei vagoni e fatto fu che lei, rimirando quel brulichio, accendeva di luce il viaggio e dalle dita agili ebbe a trascrivere sull’invisibile quaderno di cristallo la saggia sentenza: “Niente ha valore che non sia nuovamente concluso”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi