cerca

Esiste, amore, l’età dell’oro?

Giulietta non aveva che questa domanda mentre con Romeo fendeva la folla dei pendolari nella metropolitana Termini 

11 Maggio 2018 alle 12:17

Esiste, amore, l’età dell’oro?

Le mura dell'ingresso alla casa di Romeo e Giulietta. Foto di Luciana.Luciana via Flickr

Esiste, amore, l’età dell’oro? Non aveva che questa domanda Giulietta, ieri, mentre Romeo le stava dietro sulle scale della metropolitana in uscita a Termini. “E’ una bellissima promessa”, rispondeva lui, “ma non è lecita su questa terra dove tu, amore, non hai altro luogo che la lontananza da me, e anche da te stessa”. Esiste ma non per noi, dunque, chiedeva ancora Giulietta mentre fendeva la folla dei pendolari, molti dei quali muti, senza parola e senza sguardo tanto erano persi in loro stessi. “Non è che un’ombra della follia, amore mio” proseguiva Romeo il cui pensiero, adesso – nell’accompagnarsi a lei – era di arrivare comunque puntuale a scuola per l’interrogazione di fisica, forse l’ultima. “Esiste il silenzio, e il buio”, diceva Romeo. Cosa ha diritto di restare e di esistere, dunque – incalzava ancora Giulietta – il nostro amore, consumato dal segreto? Fu in quel momento che ebbe a mostrarsi, tra la folla della stazione, Torquato Tasso. Si avvicinò ai ragazzi e disse: “Il dolore fa carne muta dell’uomo ma un dio, a me, ha concesso di dire quanto io soffra”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi