cerca

Nemmeno i radicali sono immuni allo “Scudo crociato”

A distanza di venticinque anni dalla sua fine, la Balena bianca, continua a dominare la scena pubblica. Il caso Tabacci-Bonino

5 Gennaio 2018 alle 06:00

Nemmeno i radicali sono immuni allo “Scudo crociato”

Simili a Commendatori alle spalle di tutti i Don Giovanni, in ogni angolo del Parlamento, si scorgono democristiani. Non c’è gruppo di Montecitorio o Palazzo Madama che non annoveri al suo interno un ex dicci. A distanza di venticinque anni dalla sua fine, la Balena bianca, continua a dominare la scena pubblica. E sbaglia chi pensa ai radicali quali unici immuni all’irresistibile stigma detto “Scudo crociato”. Gli eredi di Marco Panella potranno evitare la raccolta firme per la presentazione delle liste alle prossime elezioni di marzo grazie al regalo di Bruno Tabacci. Questi, democristianissimo, ha donato alla radicale Emma Bonino il simbolo di Centro democratico. E’ un dettaglio, questo, ben più che rivelatore. E’ piuttosto di conferma se si pensa che in casa radicale le carriere, le obbedienze, i moralismi e le utilità di vario genere hanno forgiato – con l’effigie di Marco Pannella, buonanima – una delle facce nella medaglia dell’eterna dittatura partitocratica. Così nel retro. Mentre nel verso c’è l’altra faccia. Quella di Giulio Andreotti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lucafum

    05 Gennaio 2018 - 23:11

    Politici di professione, detto in senso chiaramente favorevole. Assurdo che lo si debba specificare, ma questi sono i tempi.

    Report

    Rispondi

  • fabriziocelliforli

    05 Gennaio 2018 - 20:08

    Mi rendo conto che quanto dirò apparirà come una "piegatura" ma lo dico lo stesso. Dc era il centro cattolico; i Radicali, forse anche a loro insaputa, sono stati e sono tuttora il centro laico. L'unione ancorché temporanea per esigenze pragmatiche non è poi così incoerente come potrebbe sembrare e continuerà a sembrare ai più.

    Report

    Rispondi

  • fabriziocelliforli

    05 Gennaio 2018 - 13:01

    Giulio Andreotti, Scalfari pro Berlusconi invece dei m5s; Bonino col Cd: it's machiavellism my friend! nei paesi anglosassoni ciò è la norma, perché il GOVERNARE, il fare, lo "sporcarsi le mani" ben poco hanno che fare col disquisire, il parlare, il filosofeggiare. A me va bene così.

    Report

    Rispondi

Servizi