cerca

Tre libri per Natale
(e tre per tutta la vita)

Arpino, Canetti e Veneziani. Poi Dante, poi basta…

Davide D'Alessandro

Email:

filosofeggiodunquesono@gmail.com

21 Dicembre 2017 alle 23:56

Tre libri per Natale(e tre per tutta la vita)

Che cosa mettiamo non sotto il nostro albero di Natale, ma sotto quello degli altri, si spera, mostrando un po’ di generosità che resta latente, piuttosto inespressa, durante il resto dell’anno? Ho visto con sommo piacere e un po’ d’invidia gli amici Foglianti esercitarsi con due belle paginate di consigli utili, di desideri e di sogni, alcuni destinati ad avverarsi, altri a restare tali. I sogni belli, cantava Sergio Endrigo, non si avverano mai.

Io, sotto l’albero di Natale degli altri, metto libri, rigorosamente libri. Sarò noioso, ma al cuor non si comanda. Tre libri per Natale e tre per tutta la vita. Per Natale: La suora giovane di Giovanni Arpino, perché è un capolavoro del suo genere, secondo Moravia, un capolavoro di finezza e di scrittura secondo me; Il libro contro la morte di Elias Canetti, perché non è mai troppo tardi comprenderla per combatterla e rifiutarla (inutilmente); Imperdonabili. Cento ritratti di maestri sconvenienti di Marcello Veneziani, perché contestare e andare oltre la propria epoca, risultando inattuali, è ancora il sale dell’essere.

E i tre libri per la vita? Inferno, Purgatorio e Paradiso di Dante, perché ha ragione Giuliano Ferrara quando chiede, conoscendo la risposta, «che abbiamo noi al mondo, ai mondi, noi di questo mondo e quell’altro, più che Dante Alighieri e la sua Commedia?». Abbiamo tante altre cose, ma nessuna che la valga e le si avvicini, neppure lontanamente. È vero che rileggere Sermonti o, meglio, Sermonti che legge Dante è un’esperienza travolgente, ma io voglio regalare la fonte, voglio che amici e amiche corrano a dissetarsi alla fonte principale. Le mediazioni mi preoccupano e un po’ mi allarmano, anche se davanti a Sermonti, alla serietà e alla bravura di Sermonti, religiosamente m’inchino.

Davide D'Alessandro

Davide D'Alessandro

Saggista e consulente filosofico. Scrivo libri (i più recenti: Intervista a Machiavelli, con Antonio De Simone, La vita del potere, Potere & Morte. Le matite di Canetti, Morlacchi Editore), scrivo sui libri, sui loro autori, per interpretare e trasformare. Filosofeggio dunque sono.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Sciandi

    22 Dicembre 2017 - 15:03

    Il grande, stupendo Arpino

    Report

    Rispondi

    • Davide D'Alessandro

      22 Dicembre 2017 - 17:05

      Grande anche perché non ci ha mai svelato se Antonio e Serena vivranno insieme o no. Ma noi lo sappiamo...

      Report

      Rispondi

Servizi