Il pugno duro di Vienna contro il fondamentalismo islamico

Il cancelliere austriaco, Sebastian Kurz, ha annunciato la chiusura di sette moschee e promette di espellere alcuni imam

8 Giugno 2018 alle 15:49

Il pugno duro di Vienna

Foto LaPresse

Il cancelliere austriaco, Sebastian Kurz, ha annunciato la chiusura di sette moschee e l’espulsione di alcuni imam dal paese. Il caso è nato dopo che il giornale di centrosinistra Falter ha pubblicato alcune foto in cui alcuni bambini in uniforme rievocavano dentro a una moschea di Vienna la battaglia di Gallipoli, quella in cui l’impero ottomano sconfisse gli eserciti di Francia e Regno Unito nel 1915.    Lo scandalo, che negli ultimi giorni è stato molto ripreso dai media austriaci,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi