cerca

Brexit, per salvare l'Europa, aboliamo l'Ue

Oggi si vota, le profezie sul futuro del Regno Unito e nostro sono molte. Alcuni politici, esperti e giornalisti ci dicono come dovrebbe essere un’Ue che funziona, tra integrazione e risentimento.

23 Giugno 2016 alle 11:45

Brexit, per salvare l'Europa, aboliamo l'Ue

Il voto in Gran Bretagna (foto LaPresse)

Oggi si vota nel Regno Unito al referendum sulla permanenza nell’Unione europea. In gioco non c’è soltanto lo status britannico ma il futuro di tutto il continente. Abbiamo chiesto ad alcuni esperti internazionali che cosa pensano di questa consultazione e soprattutto come immaginano, come sognano, un’Europa che funziona. Per alcuni la Brexit è un’opportunità anche per il continente, per altri un disastro, tutti dicono che è necessario, comunque vada, reagire in fretta. Ecco l'intervento di Tom Slater. Tutti gli altri interventi sono disponibili nel Foglio di oggi, che potete scaricare qui.


 

Sono a favore dell’Europa, per questo vorrei che gli inglesi uscissero dall’Ue, e per questo vorrei che altri europei avessero la possibilità di farlo. Dalle rivolte inglesi agli esperimenti francesi fino alle sofferenze dei greci contro la dittatura militare, per 300 e più anni il legame che ha tenuto insieme le persone di questo continente è stata la democrazia. Questo è un valore fondamentale, radicale, europeo che l’Unione europea sta cercando di svilire. L’Ue esiste per limitare la democrazia, favorendo accordi dietro le quinte piuttosto che un dibattito pubblico. Il fatto che la Grecia, la culla della democrazia, sia stata brutalizzata dall’austerità imposta dall’Ue serve a ricordarci tristemente come, in nome dell’unità europea, l’Ue abbia fatto seccare l’ideale che definisce l’Europa stessa. Una Brexit, ci dicono, sarebbe una scelta conservatrice ed egoistica.

 

Non sono d’accordo. L’Ue non è un’alleanza fertile di solidarietà e cooperazione, è un’alleanza di tecnocrati messi insieme per paura delle masse. L’internazionalismo vero prevede che tutti i popoli abbiano la possibilità di autodeterminarsi, ma l’Ue è incapace di vivere per questo ideale. L’Europa dei miei sogni è un’Europa in cui i cittadini possono forgiare il loro destino. Perché questo accada, dobbiamo abolire l’Ue.

Tom Slater, vicedirettore della rivista libertaria inglese Spiked

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi