Taggare stanca, in guerra

Renzi ha un punto debole, che è anche il suo forte: lo scoutismo. Ora forse fa bene a stare schiscio, ma la politica schiscia non sostiene una retorica delle emozioni. E nella lotta al terrore, la leggerezza può avere un costo alto.

26 Novembre 2015 alle 19:24

Taggare stanca, in guerra

foto LaPresse

Lo sfottono, Renzi, perché vuole taggare i combattenti islamici e togliergli l’amicizia su Facebook. Lo sfruculia anche Vincino, con la sua spensierata cattiveria. In effetti il premier italiano ha un punto debole, che è anche il suo forte: lo scoutismo. Sir Robert Baden-Powell, nato nell’Ottocento coloniale e morto triste poco dopo lo scoppio della seconda guerra mondiale (1941), fu un tipo da sballo. Fondò una associazione di diverse decine di milioni di ragazzi (i boy-scout) e ragazze (le guide). Famose...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi