cerca

Perché inseguire il consenso conduce alla stagnazione permanente

Per le forze politiche è tabù sia aumentare le tasse sia tagliare la spesa. Resta solo la sfida ai mercati mentre il mondo rallenta

Alberto Brambilla

Email:

brambilla@ilfoglio.it

17 Agosto 2019 alle 06:01

Perché inseguire il consenso conduce alla stagnazione permanente

Manifestazione ambulanti a Milano (LaPresse)

Roma. In una fase indebolimento del ciclo a livello mondiale e con la Germania a rischio recessione, l’economia italiana già stagnante rischia di peggiorare. Una manovra sviluppista è resa particolarmente difficile, se non impossibile, dal fatto che tutte le forze politiche, dalla Lega di Salvini a un’alleanza tra Pd eM5s, hanno la necessità di inseguire un consenso di breve periodo in una situazione di campagna elettorale permanente. Tutte le forze politiche hanno manifestato – a parole – la volontà di...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Alberto Brambilla

Alberto Brambilla

Nato a Milano il 27 settembre 1985, ha iniziato a scrivere vent'anni dopo durante gli studi di Scienze politiche. Smettere è impensabile. Una parentesi di libri, arte e politica locale con i primi post online. Poi, la passione per l'economia e gli intrecci - non sempre scontati - con la società, al limite della "freak economy". Prima di diventare praticante al Foglio nell'autunno 2012, dopo una collaborazione durata due anni, ha lavorato con Class Cnbc, Il Riformista, l'Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI) e il settimanale d'inchiesta L'Espresso. Ha vinto il premio giornalistico State Street Institutional Press Awards 2013 come giornalista dell'anno nella categoria "giovani talenti" con un'inchiesta sul Monte dei Paschi di Siena.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi