cerca

L’inutile regalo di quota 100, sfascia i conti e non risolve i problemi

Non abolisce la legge Fornero, è a tempo e danneggia i giovani che saranno costretti ad andare in pensione più tardi

12 Febbraio 2019 alle 20:04

L’inutile regalo di quota 100, sfascia i conti e non risolve i problemi

Foto Imagoeconomica

C’è una differenza sostanziale tra la quota 100 di Salvini e il reddito di cittadinanza di Di Maio: per quanto quota 100 sia un provvedimento assai ingiusto (molto più ingiusto del reddito di cittadinanza che in principio redistribuisce a favore dei poveri) sarà sicuramente molto popolare. I criteri di accesso a quota 100 sono chiari, chi ha diritto andrà in pensione di corsa e chi non ne ha diritto non avrà molto da recriminare (per ora), anzi sarà contento per...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lorenzo tocco

    lorenzo tocco

    13 Febbraio 2019 - 12:12

    Se i disoccupati giustamente vogliono andare in pensione e potevano già farlo con l'APE social, non vedo che problema ci sia se lo fanno con quota 100, l'avrebbero fatto comunque. E mica saranno poi solo disoccupati ad andare in pensione. E' pur vero che quota 100 è sperimentale per 3 anni, ma si omette di dire che l'obiettivo è quota 41 anni di contributi per tutti. E se la legge Fornero non è stata abolita del tutto è perché in tutte le riforme c'è una cosa che si chiama clausola di salvaguardia. Nella fattispecie esistono lavoratori precoci che avrebbero maturato i requisiti con la Fornero ma non con quota 100. Se e quando ci sarà quota 41 la Fornero (legge) potrà essere definitivamente sepolta. Amen.

    Report

    Rispondi

    • leless1960

      13 Febbraio 2019 - 13:01

      Fico allora! Avevo capito male, che la supercazzola avesse un senso, quello di mandare in pensione prima noi tutti e chissenefrega degli altri, dei figli, degli altri modi di investire il denaro pubblico, invece leggendola ho finalmente capito che di senso non ne ha nemmeno uno, "l'avrebbero fatto comunque"; "la legge Fornero non è stata abolita"; "lavoratori precoci che avrebbero maturato i requisiti con la Fornero ma non con quota 100"

      Report

      Rispondi

      • lorenzo tocco

        lorenzo tocco

        13 Febbraio 2019 - 18:06

        La pensi pure come vuole, quante eccezioni hanno già dovuto fare perché la legge Fornero non era adeguata? APE, APE social, salvaguardia esodati ecc. Se a lei va bene la legge Fornero nessuno la obbliga ad andare in pensione in tempi umani, continui pure a lavorare, sempre ammesso che, e glielo auguro, la sua ditta/professione o la sua salute glielo consentano. Io invece penso che i 41 anni di contributi del dopo quota 100 siano abbastanza, soprattutto se rapportati ai 19 anni 6 mesi e un giorno con cui è andata in pensione ad esempio mia madre. Come se fosse antani

        Report

        Rispondi

Servizi