cerca

Perché il governo non fa nulla per evitare la tempesta perfetta (e annunciata)

Non solo spread e rating. Per evitare un incidente finanziario, dovranno allinearsi anche le dichiarazioni di Di Maio-Salvini e quelle di Tria

29 Agosto 2018 alle 06:00

Perché il governo non fa nulla per evitare la tempesta perfetta (e annunciata)

Foto LaPresse

Roma. Dopo la fiammata di fine maggio, quando lo spread improvvisamente ha superato i 300 punti base a causa del disvelamento della scriteriata bozza di “contratto di governo” che includeva la richiesta di cancellazione del debito pubblico in pancia alla Bce e lo scontro istituzionale sul nome di Paolo Savona all’Economia (con tanto di richiesta di impeachment del presidente Mattarella da parte del M5s), c’era quasi la sensazione che le cose andavano aggiustandosi. D’altronde il “contratto del cambiamento” è stato...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi