cerca

A fare a gara a fare i puri…

Gli ambientalisti pungolano Di Maio per la (pessima) trattativa stato-Ilva

26 Luglio 2018 alle 06:00

A fare a gara a fare i puri…

Una protesta anti-Ilva degli ambientalisti (foto LaPresse)

L’attendismo di Luigi Di Maio inizia a spazientire anche i movimenti ambientalisti tarantini che intorno alla chiusura di Ilva hanno costruito la loro intesa con il Movimento 5 stelle. Gli ambientalisti vogliono chiudere la fabbrica, ma Di Maio tentenna e nemmeno dà soluzioni concrete. La rivoluzione del No divora i suoi figli. Di Maio è incastrato tra il rispetto delle folli idee della sua constituency e la realtà di un’impresa che impiega 13.700 addetti. Gli ambientalisti non ammettono una trattativa stato-Ilva.

 

Sabato il comitato “quartiere Tamburi” e altre sigle civiche come i Genitori tarantini e il comitato Liberi e pensanti hanno dato l’ultimatum: “Questo territorio pretende risposte certe e prive di ambiguità: attenderemo dei segnali di apertura entro lunedì 23 luglio, in mancanza dei quali, ci vedremo costretti a giudicare tale atteggiamento un segnale inequivocabile circa il tradimento del mandato elettorale ricevuto”. Il problema è che l’ambiguità vera è un’altra, e in senso opposto. Di Maio ha prima rinviato l’inizio della gestione di ArcelorMittal, poi minacciato di annullare la gara di aggiudicazione, e ieri ha chiesto ulteriori miglioramenti alle proposte presentate martedì da Arcelor. Proposte già migliorative del piano iniziale, soprattutto per l’ambiente, peraltro stilate assecondando i desiderata governativi. Lui temporeggia, incontra Arcelor (che conferma le proposte) e prende un mese per valutare la “legalità” della gara (contro la quale il presidente della Puglia Michele Emiliano aveva fatto ricorso e che il Tar ieri ha respinto). L’ambiguità resta: chiusura, riconversione, affidamento a un altro acquirente, conferma ad Arcelor? Se non ci sarà risposta entro il 15 settembre sarà imperativo ricorrere ad altri finanziamenti pubblici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi