cerca

I nuovi sottosegretari e la nube nera di Avellino

Idee e spunti per sapere quello che succede nel mondo selezionati per voi da Giuseppe De Filippi

13 Settembre 2019 alle 17:39

I nuovi sottosegretari e la nube nera di Avellino

Giuseppe Conte (foto LaPresse)

Sì, parlano, borbottano, velinano, ma poi non fanno niente, semplicemente perché non saprebbero indicare alternative e vedrete che Christine Lagarde sarà draghiana.

 

  

Fatti pure viceministri e sottosegretari, tenetene d'occhio alcuni (lo si dice per gli appassionati), certamente ci sarà qualche spunto al ministero dell'Economia, con la conferma di Laura Castelli, che ha acceso gli spiriti più polemici, e che questa volta, però, dovrebbe anche essere finalmente destinataria di qualche delega, che Giovanni Tria aveva sempre evitato di darle nel precedente governo. Il suo sarà un caso da seguire per vedere quanto si può imparare, quanto ci si può affinare con l'esperienza di governo e con gli effetti del mutato quadro politico. Insomma, anche la ignorante e saputella Castelli può farcela se il miracoloso impasto della maggioranza continua a funzionare. Nello stesso ministero avrà per il Pd, oltre al ministro, due sottosegretari competenti e di peso, come Antonio Misiani e Cecilia Guerra. Interessante anche l'avvicendamento per la delega all'Editoria (in cui i 5 stelle fecero fuoco e fulmini nel precedente governo), affidata ora a Andrea Martella del Pd. Di rilievo anche il caso del siciliano Giancarlo Cancelleri, 5 stelle che va ai trasporti.

 

La piena sintonia del centrodestra, con la sorpresa di Berlusconi che abbandona il proporzionale e torna maggioritario (ma non è il 1994). 

  

  

Che succede se alle regionali si rafforza l'asse Pd e 5 stelle? Per qualcuno si creano spazi al centro.

 

  

Be', questi nemici dell'establishment poi però si trovano bene con il potere.

 

 

I momenti in cui non ci si può nascondere.

 

Ripeschiamo dal Foglio di oggi, per dare argomenti nella chiacchiera politica serale.

 

 

Tra errori, incomprensioni, furbate, non è mai emerso con chiarezza come la gran parte del problema migratorio dipenda dalla questione libica.

 

In Spagna si negozia per un governo italianeggiante. Parlatene anche per mostrare che, quale che sia il sistema elettorale, l'instabilità o la stabilità dipendono dai blocchi politici che si riescono a formare. Anche in UK non c'è più maggioranza, se volete rafforzare l'argomento.

 

  

La nube nera su Avellino.

 

I vulcani calabresi (sottomarini).

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    13 Settembre 2019 - 19:07

    Hanno scoperto vulcani nel fondo del mare.La popolazione è stata tranquillizzata ,gli schizzi dei vulcani non arriveranno infino alle case,tanto le case in su le pendenze del Vesuvio aspettano e sperano che il Vulcano le rispetti.

    Report

    Rispondi

Servizi