cerca

Di cosa parlare stasera a cena

La non crescita dell'Italia e il maltempo

Idee e spunti per sapere quello che succede nel mondo selezionati per voi da Giuseppe De Filippi

10 Luglio 2019 alle 18:51

La non crescita dell'Italia e il maltempo

Tra i trionfi gialloverdi è sempre bene ricordare il piazzamento nella classifica europea della crescita stimata ma ormai quasi certa nel 2019...

 

...e in quella relativa alle attese nel 2020.

  

Che poi viene anche riconosciuta una certa, piccola, capacità di stimolare i consumi attraverso le note misure assistenziali su cui il governo tanto aveva investito. Insomma, il calcolo dell'Europa non nasconde niente e non ha pregiudizi. Ma è chiaro che i problemi evitati con la manovra correttiva impostata silenziosamente ma efficacemente dal ministro Tria torneranno ad affacciarsi in autunno, mentre le questioni che determinano la bassa crescita non sono neppure scalfite.

 

Si parlerà del caso di Fincantieri che non trova qualche migliaio di lavoratori.

  

L'audio dell'incontro, finora negato, tra emissari della Lega e rappresentanti del governo russo per chiudere un accordo sul finanziamento da Mosca al partito di Salvini. Lo scoop è di BuzzFeed e vedremo cosa ne seguirà. La strategia leghista sembra quella del sovrano e sovranista disinteresse, solo un eventuale interessamento della magistratura potrebbe scuotere davvero le cose.

 

L'opposizione chiede che si indaghi.

 

Anche in Europa sono incuriositi e vogliono saperne di più.

 

Von der Leyen prima del voto parlamentare che deciderà sul suo insediamento parla dei temi più importanti del dibattito europeo.

  

Italiani che in Europa ottengono cariche a dispetto dell'isolamento politico della maggioranza gialloverde.

 

Per gli appassionati o per chi, anche a cena magari, si trova a dover controbattere alle facilonerie e alla propaganda sovranista ovvero all'ossessione che vede sempre e comunque le scelte di politica monetaria a determinare l'andamento dell'economia e di tutto il resto.

  

Tutto ok, ma qui ci si chiede che fine faccia la riservatezza, quella davvero speciale, dei documenti diplomatici? Tema per cena: è una rottura delle regole internazionali di rispetto per democrazia paragonabile all'occupazione dell'ambasciata americana a Teheran con presa di ostaggi nel 1979. Facendo le proporzioni tra il regime di Khomeini e due solide democrazie siamo davvero su piani paragonabili. Comunque l'ambasciatore inglese di è dimesso e il prossimo i giudizi se li terrà per sé, con evidente detrimento della sua attività.

 

200 pini abbattuti in pochi minuti a Cervia, Pescara bloccata per pioggia e grandine, le spiagge marchigiane travolte dalla bufera e turisti che fuggono. La cronaca di una giornata di maltempo.

 

L'efficienza del sistema scolastico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi