Dall'esecutore del contratto di governo ai saluti di Buffon. Di cosa parlare stasera a cena

Idee e spunti per sapere quello che succede nel mondo selezionati per voi da Giuseppe De Filippi

17 Maggio 2018 alle 19:03

Dall'esecutore del contratto di governo ai saluti di Buffon. Di cosa parlare stasera a cena

Foto LaPresse

Ore e ore a cercar l'esecutore. Definizione che Luigi Di Maio, figlio della cultura grillina, dà del presidente del consiglio. Scelto che lo avranno si dovranno rivolgere al Quirinale per far eseguire anche quella stantia (ironia) procedura detta conferimento dell'incarico a formare un governo. I mandanti dell'esecutore, intanto, gli stanno selezionando i ministri. Ah no, stanno procedendo su due strade parallele e si parlano pubblicamente solo per smentirsi.

 

E comunque la sfida all'assurdo arriverà con l'avvio del voto delle mitiche basi, grillina e leghista, senza conoscere il nome dell'esecutore. Che insomma sarà pure esecutore ma anche il più grillozzo degli stellati in cuor suo sa che ciascuno poi esegue un po' come gli pare. E poi anche la parte che sono riusciti  spacciare per contratto che razza di oggetto referendario è? Fatto di cose incostituzionali o impossibili o genericamente modificabili in corso di attuazione.

 

Che tocca fare a Eurostat, pure le smentite alle scemate dei programmi di governo genere fantasy.

 

Sguardo preoccupato sull'Italia come tutti i giorni. Aggiorniamo con il Guardian.

  

E appunto vatti a fidare...

 

Borsa di Milano appesantita. Sullo spread non c'è ancora da divertirsi per chi volesse lucrare sulle sciocchezze giallo-verde, perché comunque lo scudo di Draghi ancora c'è. Perciò si va subito dritti dove c'è polpa e ci si può divertire: le banche. D'altra parte sono anche continuo obiettivo polemico di vari esponenti dei due partiti e come tali sono citate nel programma comune 

 

Parliamo di Xylella, se ne può ben parlare a cena mentre osserviamo la bottiglia dell'olio pugliese come i tifosi juventini domenica osserveranno Gianluigi Buffon. Da apprezzare l'intervento dell'Aduc sul tema l'espressione corretta "metodo scientifico", il più grande motore di progresso della storia ma purtroppo anche il principale nemico dei dogmatici anti-scienza.

 

È un po' che non si sente parlare di bitcoin. Allora, per cena forse tema annoia ma forse no. E comunque potreste buttare lì che sono meno esotici e più fondate delle idee che circolano in Italia sul debito pubblico.  Comunque approfittiamo dell'occasione per segnalare la guerra personale che mister Doom ovvero Nouriel Rubini sta conducendo contro i bitcoin

 

Appena citato ma diamo al commiato in bianconero, senza escludere altri approdi, di Buffon il meritato spazio, come sta facendo mezzo mondo.

 

Al Giro d'Italia intanto Sam Bennett ha salutato gli altri velocisti nel diluvio di Imola.

  

Fico, ma per parlarne a cena attenti a non far ripartire il tormentone dei sacchetti della verdura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi