cerca

Il teatro di Elio Germano ora è tra finzione e realtà (virtuale)

In programma a Roma “Segnale d’allarme. La mia battaglia VR”, uno dei primi esempi mondiali di Virtual Reality in cui il pubblico è protagonista

10 Febbraio 2020 alle 14:52

Il teatro di Elio Germano ora è tra finzione e realtà (virtuale)

“Segnale d’allarme. La mia battaglia VR” di e con Elio Germano (foto: Theatron 2.0 Press Office)

Un misurato pregiudizio verso la tecnologia è un buon amuleto. E l’idea di assistere a uno spettacolo di “teatro virtuale”, espressione che ha dell’ossimorico, incuriosisce quanto indispettisce anche gli spettatori e i critici progressisti, sempre che esistano. Una certa prevenzione del destinatario fa bene all’arte, costringe l’autore dell’opera a impegnarsi. Questo moderato pregiudizio è dunque lo spirito giusto per andare a vedere “Segnale d’allarme. La mia battaglia VR” di e con Elio Germano, fino al 16 febbraio al Teatro Argot...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Eugenio Murrali

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Cacciapuoti

    11 Febbraio 2020 - 04:55

    Per me, il virtuale è solo ed esclusivamente una panzana. Se se ne dispone, bisognerebbe utilizzare decorosamente la propria materia grigia. Il decoro non è un'opinione.

    Report

    Rispondi

Servizi