cerca

Se ti self pubblichi poi vendi?

Indagine tra successi di mercato (e sogni rimasti nel server) su un fenomeno consolidato che non ha ancora cambiato l’editoria. Numeri e progetti. Amazon, Kindle e gli altri

7 Ottobre 2018 alle 06:00

Se ti self pubblichi poi vendi?

Manoscritto miniato del XIV secolo

Si citano sempre gli stessi nomi: E. L. James o Amanda Hocking (scrive paranormal romance e titoli young adult, roba da milioni di copie) Partiamo dal presupposto che la digitalizzazione di un servizio spesso significa dover fare da privato e gratis (cioè senza che ti paghino) quello che mediamente prima faceva un altro gratis (cioè senza che pagassi tu) perché prendeva uno stipendio da un’azienda o da un ente pubblico. Detto questo, possiamo parlare di self publishing online, o autopubblicazione...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi