cerca

Le notizie del giorno, in breve

L'allerta maltempo e il più grande furto d’arte nella storia del Dopoguerra

Tutto quello che è successo in Italia e nel mondo senza fronzoli e divagazioni

25 Novembre 2019 alle 21:12

L'allerta maltempo e il più grande furto d’arte nella storia del Dopoguerra

Furto miliardario nel castello di Dresda

DALL'ITALIA

 

Il governo promette 11 miliardi per proteggere il territorio. Permane l’allerta rossa su gran parte di Emilia-Romagna e Lombardia. Apprensione per il Po, a Pavia è esondato il Ticino. Il governatore del Piemonte Cirio parla di “bollettino di guerra”. In Liguria danni per 330 milioni di euro.


 

“Con Mittal possibile percorso serio”. Lo ha detto il premier Conte sull’ex Ilva. Il presidente della Regione Puglia Emiliano ha annunciato che entro oggi l’azienda provvederà al saldo delle forniture ricevute fino al 31 ottobre.


 

M5s da il via a regionarie su Rousseau. Per il voto in Emilia-Romagna e Calabria gli attivisti si potranno candidare sulla piattaforma fino al 4 dicembre.


 

Meno 18 mila bambini nel 2018. Secondo l’Istat il numero medio di figli per donna in Italia scende a 1,29.


 

Borsa di Milano. Ftse-Mib +0,84 per cento. Differenziale Btp-Bund a 160,5 punti. L’euro chiude a 1,10 sul dollaro.

 

DAL MONDO

  

Sono ricominciate le operazioni americane in Siria, nella regione settentrionale. I funzionari americani hanno fatto sapere che la missione antiterrorismo su larga scala contro lo Stato islamico, dopo quasi due mesi dall’ordine di Donald Trump di ritirare le truppe che diede inizio all’offensiva turca, è ricominciata.

Ken Braithwaite è stato nominato segretario della Marina al posto di Richard Spencer. Lo ha annunciato Donald Trump su Twitter.


 

C’è stato un furto nel castello di Dresda che il quotidiano tedesco Bild ha definito “il più grande furto d’arte nella storia del Dopoguerra”. Il valore del bottino è di un miliardo di euro.


 

Le primarie del Likud si terranno tra sei mesi, dicono i media israeliani. Il principale sfidante del primo ministro Benjamin Netanyahu è Gideo Sa’ar.


 

Uber non ha più la licenza a Londra, a causa di “violazioni che hanno messo a rischio i passeggeri e la loro sicurezza”.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi